Brescia-Cittadella 2-0: due gol da primo posto

Un gol per tempo e tre punti guadagnati: segnano Jonathas e El Kaddouri, nella ripresa schierato come trequartista, delude ancora Juan Antonio. Cittadella mai in partita, si fa vedere solo negli ultimi minuti dei due tempi

Dopo una sola settimana di pausa il Brescia torna in testa alla classifica grazie alla vittoria per 2 a 0 contro il Cittadella Padova nel match da poco conclusosi allo stadio Rigamonti. Un gol per tempo, due gol dei giovani: se nel primo realizza Jonathas, servito alla grande da un ottimo Salamon, nella ripresa raddoppia El Kaddouri, tornato ai suoi livelli dopo due match ben più che opachi contro Juve Stabia e Torino. Partita vivace ma non troppo, qualche occasione l’hanno avuta anche gli ospiti ma condensate per lo più nei finali di tempo, quando però il buon Leali si è sempre dimostrato pronto. Ora il Brescia sembra cresciuto, e si mantiene il primo posto meritato, in compagnia di Torino e Padova. E se alla prossima c’è Sampdoria-Torino, le Rondinelle vanno prima a Modena e poi a Gubbio, per vedersela con i padovani del capoluogo nella seconda settimana di ottobre.

IL MATCH – I ragazzi di mister Beppe Scienza partono subito forte con un tris di occasioni nel primo quarto d’ora, due di Jonathas e una per Feczesin. La prima conclusione degli ospiti, firmata Di Roberto, dopo una ventina di minuti, poi un’altra grande occasione sui piedi di Di Carmine, servito dal francese Maah, a torto il più temuto della giornata. Al ’30 il vantaggio biancoblu: Salamon con un lancio raffinato serve Jonathas tutto solo a sinistra dell’area piccola, controllo e tiro, portiere battuto. 1 a 0 spesso significa relax, e nel finale di tempo il Cittadella ha tre nitide occasioni in meno di dieci minuti, ma c’è un Leali strepitoso.

Doppio cambio ad inizio ripresa, con Foscarini che si pente del 4-3-3 e Scienza che prova El Kaddouri trequartista. Mai scelta fu più azzeccata, proprio il belga raddoppia con un colpo di testa mirato e preciso, dopo un’azione elaborata e un bel cross da destra. La timida reazione del Cittadella si spegne poco dopo il quarto d’ora, quando Martinelli si becca la seconda ammonizione quando stende Budel lanciato a rete, ed è costretto ad abbandonare il campo. Da qui in poi il Brescia si mette in mostra, bel gioco e tanto possesso palla, e anche qualche occasione: dal ’20 in poi Salamon, Jonathas, Budel e De Maio (di testa) impegnano Cordaz che sul francese si supera. Il match si chiude con il neo entrato Bellazzini che sfiora il palo, Leali controlla.

POST PARTITA – Nessuno lo dice ma tutti lo sapevano. Oggi si doveva vincere facile e così è stato: 2 a 0 e tutto fila via liscio, c’è spazio per qualche esperimento (vedi Martina Rini a centrocampo e El Kaddouri sulla trequarti) e per il gradito ritorno del ventenne Paghera, abile nel vedere e nel giocare la palla. De Maio si conferma leader della difesa, i terzini (Berardi e Daprelà) si concedono una giornata di riposo, oggi sono bastate le incursioni per vie centrali. Delude ancora Juan Antonio, e Beppe Scienza un po’ ci pensa. Non è da escludere che alla prossima starà in panchina.

LE PAGELLE

TABELLINO

BRESCIA-CITTADELLA: 2-0

BRESCIA: Leali, Berardi, Magli, De Maio, Daprelà (’73 Dallamano), Budel, Salamon (’79 Paghera), El Kaddouri, Juan Antonio (’46 Martina Rini), Jonathas, Feczesin. All. Scienza

CITTADELLA: Cordaz, Martinelli, Gasparetto, Pellizzer, De Vito, Schiavon, Baselli (’46 Branzani), Di Roberto (’65 Vitofrancesco), Di Carmine, Maah (’86 Bellazzini). All. Foscarini

Marcatori: ’30 Jonathas, ’55 El Kaddouri

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Una tragedia immensa: il piccolo Alberto ucciso da un tumore a soli 5 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento