Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport Mompiano

“Brescia capolista? Meglio vivere alla giornata”

Beppe Scienza non si sbilancia e commenta il match con la Juve Stabia, 1 a 0 per le Rondinelle. "Caldo infernale e qualche problema con il campo, ma poi ci siamo abituati. Salamon? Sapevo che era la sua partita"

Il nuovo corso giovane del Brescia Calcio sembra già dare i risultati sperati ma forse è ancora presto, anzi prestissimo, per parlarne seriamente. Il Brescia in testa alla classifica lascia sempre un piacere particolare, tre vittorie su quattro partite aprono ampi spazi di riflessione. Tutti positivi. Ma mister Giuseppe Scienza non è uno che ama esagerare, e preferisce ragionare tatticamente: “Brescia capolista? Meglio non parlarne, meglio vivere alla giornata. Noi continueremo a tenere la famosa asticella là dove l’abbiamo posizionata ad inizio stagione, noi prima di tutto questa categoria dobbiamo difenderla”.

La sfida con il Torino però ha sempre qualcosa di speciale: “Quella di lunedì prossimo sarà una sfida tra le prime della classe, ma noi non dobbiamo pensarci. Ovviamente se arriveremo in testa alla classifica a un mese dalla fine del campionato, non ci tireremo certo indietro. Ma dobbiamo continuare a lavorare sempre con la stessa umiltà e la stessa determinazione”. La partita con la Juve Stabia sembra già indirizzata al pareggio, ci ha pensato Feczesin a meno di dieci minuti dal termine.

In ogni caso, che fatica: “Il caldo era insopportabile, anche perché il campo sintetico è come se rimandasse il calore, fa alzare la temperatura. Abbiamo anche avuto qualche problema con il campo, ma poi ci siamo abituati. Ma dico la verità, io continuo a preferire i campi in erba. A me non piace giocare su questi terreni”.

Tre punti davvero sudati, merito anche delle scelte del giovane tecnico nato a Domodossola. “Nel primo tempo abbiamo faticato per merito della Juve Stabia, non ci hanno fatto giocare, ci hanno pressato alto. Nel secondo tempo la squadra è cresciuta, anche per merito di Salamon. Sapevo che questa era la sua partita, e infatti quando è entrato ha subito messo in mostra le sue peculiari caratteristiche. Sporcare decine di palloni, davanti alla difesa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Brescia capolista? Meglio vivere alla giornata”

BresciaToday è in caricamento