menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo la Reggina anche il Verona: «Senza un attimo di respiro»

Ancora un po' di amarezza in casa biancoblu dopo il pareggio in extremis nella trasferta di lunedì sera. Di tempo per riflettere ce n'è proprio poco, venerdì pomeriggio al Rigamonti arriva il Verona: "Vogliamo fare bene"

Che ci serva da lezione. Lo ha detto e lo ha ripetuto capitan Zambelli, forse ancora amareggiato per il pari di Reggio, di certo abbastanza lucido per una giusta analisi. Partita buttata, o quasi; tre punti in tasca fino all’ultimo, l’occasione di chiudere il match e i rimpianti del post partita. “Sono due punti persi – ammette anche mister Calori – Abbiamo sprecato una ghiotta occasione ma non posso rimproverare molto ai miei ragazzi. Sotto alcuni aspetti dobbiamo sicuramente migliorare, queste partite bisogna chiuderle. Se c’è una legge nel mondo del calcio è che se fallisci tante occasioni per chiudere la gara, prima o poi gli avversari ti puniscono”.

Forse cominciamo ad avere troppe pretese, visto come si erano messe le cose solo una ventina di partite fa. Ma la classifica parla chiaro, anzi chiarissimo, e i playoff distano solo due punti, e il Padova non è poi quella corazzata, e anche là davanti in molti perdono colpi. Forse questa Serie B non è così impossibile, anche la Reggina ha dimostrato degli evidenti limiti. Quindi si può vincere con il Verona (venerdì ore 17 stadio Rigamonti) e magari provare ad espugnare la Genova doriana.

“Sotto con il Verona! – ha detto Jonathas – Dobbiamo fare tesoro degli errori di lunedì sera, ora abbiamo pochi giorni prima della gara del Rigamonti. Vogliamo fare bene, per noi e per i tifosi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento