Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Sport Temù

Il Brescia in Valcamonica, le prime impressioni: «Possiamo fare bene»

Primi giorni di ritiro per il Brescia Calcio, con i ragazzi impegnati in una doppia seduta mattutina e pomeridiana. Tra chi resta e chi se ne va c'è comunque tanto ottimismo: le parole di Salamon e De Maio

Il Brescia in Valcamonica, i ragazzi in biancoblu impegnati nel consueto ritiro estivo di Temù, e dopo un po’ di corsa via con gli allenamenti veri, e oggi ci si allena alla mattina e al pomeriggio. Qualche sorriso e tanto ottimismo, in fondo l’estate è pur sempre una bella stagione, senza pensare troppo al mercato e senza pensare troppo alla stagione appena passata.

Sarà un’annata difficile? Le prime impressioni parlano però di riscatto, di rivincita, di voglia di fare bene. “Voglio rifarmi, vengo da un anno sfortunato – ha detto Bartosz Salamon – La mia stagione è stata condizionata da qualche problema fisico, al ritorno ho giocato poco e quando l’ho fatto non ero certo al meglio della condizione. Sono stato anche sfortunato, ma voglio che il 2013 sia il mio anno, voglio giocare il più possibile. Sono pronto a giocare in qualsiasi ruolo”.

E c’è chi crede davvero alle potenzialità di questa squadra, nonostante la rosa attuale faccia storcere il naso a chi voleva qualcosa in più, compresi tanti tifosi. “Sicuramente stiamo parlando di rifondazione – spiega Sebastien De Maio – In molti sono andati via ma mi sento pieno di speranze. Siamo rimasti in pochi, tra di noi ci chiamiamo reduci. Ma credo che cercare di migliorarsi sia importante, sono convinto che possiamo riuscirci. Dietro questa società c’è un bel progetto, un progetto che ispira fiducia”.

Tra chi va e chi viene, tra El Kaddouri e Guillermo Rosso, anche Konè non è troppo sicuro di quello che farà l’anno prossimo. “Non escludo la possibilità di rimanere – sorride il centrocampista greco – Sono appena tornato, so che per la società è un momento difficile. Mi piacerebbe tornare in Serie A, questo è chiaro: credo di aver fatto un buonissimo campionato. Ma se qui a Brescia c’è un progetto vero, e mi chiedono di restare.. perché dovrei dire di no?”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Brescia in Valcamonica, le prime impressioni: «Possiamo fare bene»

BresciaToday è in caricamento