menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arcari: "Ci manca poco per arrivare al top, questione di dettagli"

Per il portiere delle Rondinelle Michele Arcari, intervistato prima dell’allenamento di ieri sul campo del San Filippo, la squadra è sulla strada giusta per lottare al vertice: "Dobbiamo solo limare alcuni dettagli"

Secondo il mio parere manca poco per arrivare al top – dice il portiere del Brescia Calcio Michele Arcari prima dell’allenamento di ieri sul campo del Centro Sportivo San Filippo – Dobbiamo solo limare alcuni dettagli. Cercare di non ripetere gli errori fatti nelle partite precedenti. A parer mio la migliore qualità di questo gruppo è la compattezza: chi gioca dà sempre il massimo anche se non è partito titolare, perché tutti abbiamo in testa lo stesso obiettivo.

Michele Arcari, il Brescia ad oggi ha 9 punti: la squadra meritava qualche punto in più per quello che ha dimostrato sul campo?
”Forse sì, ma sappiamo tutti che il calcio è così. Alle volte giochi meglio dell’avversario, crei molte occasioni ma non riesci a portare via i tre punti. Altre volte riesci a vincere con un solo tiro in porta. La squadra però è viva, mi piace come stiamo giocando, alla lunga saremo ripagati.”

Vede una squadra in crescita?
“Si, abbiamo fatto un netto miglioramento da quando siamo partiti. Purtroppo ci manca solo la continuità dei risultati.”

Manca ancora molto al Brescia per arrivare ad una condizione ottimale?
“Secondo il mio parere manca poco per arrivare al top. Dobbiamo solo limare alcuni dettagli. Cercare di non ripetere gli errori fatti nelle partite precedenti.”

Quest’anno la squadra gioca con una difesa particolarmente alta...
“Non mi crea problemi, sono il primo ad incitare i miei compagni a salire, ad andare ad attaccare la squadra avversaria nella loro metà campo. Comunque il discorso è relativo, dipende dalle situazioni di gioco: ci sono momenti in cui la difesa deve rimanere alta ed altri in cui deve chiudersi un po’.”

Nella gara di Empoli avreste meritato la vittoria, anche se avete concesso alcune occasioni nei minuti iniziali e in quelli finali…
“E’ vero, durante la fase centrale della gara abbiamo giocato meglio e creato di più. Credo che l’Empoli abbia iniziato meglio di noi perché gli azzurri erano più carichi dal punto di vista mentale e volevano riscattare gli ultimi risultati negativi. Il calo nel finale credo sia dovuto alle 3 partite ravvicinate: abbiamo fatto pochi cambi e forse abbiamo sentito un po’ di stanchezza.”

Sabato incontrerete  la Virtus Lanciano dove gioca l’ex Brescia Leali. E’ sorpreso dalle  sue prestazioni?
“Le qualità di Nicola le conosciamo tutti. Sarei rimasto stupito se le prestazioni non fossero state all’altezza delle qualità che ha. Oltre che essere un gran portiere è anche una brava persona, e questa è la cosa più importante.”

Con i prossimi impegni delle Nazionali Under 19 e 21 il Brescia rischia di perdere quattro calciatori. Sarà un problema sopperire a queste assenze?
“Non possiamo farci niente. Cercheremo di sopperire alle assenze con il gruppo. Già nella gara di La Spezia mancavano quattro Nazionali: là abbiamo fatto una grande prestazione, condizionata da alcune decisioni discutibili. A parer mio la migliore qualità di questo gruppo è la compattezza: chi gioca dà sempre il massimo anche se non è partito titolare, perché tutti abbiamo in testa lo stesso obiettivo.”

Forse sabato sarà pronta la nuova Curva dello stadio “Mario Rigamonti”. Quali sensazioni pensa possa darle avere i tifosi cosi vicino?
”Se la Curva sarà agibile, la spinta dei tifosi potrà essere un’arma in più per la squadra.”

Scienza, nuovo allenatore della Cremonese, ha speso belle parole per lei…
“Mister Scienza è un’ottima persona. Abbiamo un grande rapporto con lui. Il gruppo è ancora legato a lui e la scorsa stagione siamo rimasti dispiaciuti per il suo esonero. Al di là di questo, però, io sono nato a Cremona e da sempre sono tifoso della Cremonese. Adesso ho un motivo in più per tifare.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Coronavirus

Covid, sono 51 i Comuni bresciani con dati da zona rossa: l'elenco completo

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid Bollettino Lombardia del 18 aprile 2021: tutti i dati

  • Cronaca

    Party a bordo vasca per 15 persone: tutti denunciati

  • Cronaca

    Auto in fiamme, coppia scende un attimo prima del disastro

  • Coronavirus

    Cosa riapre in Italia dal 26 aprile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento