Sport Via Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, 37

Sogni di Serie A: «Un Brescia così se la può giocare con tutte»

Antonio ed Emanuele Filippini fiduciosi sul cammino del Brescia, a ruota libera su mercato, Roberto Baggio, Brescia-Torino.. Li abbiamo incontrati ieri sera, poco prima (e poco dopo) il loro live set a Padenghe sul Garda

Sogni di Serie A.. è finita così la grande esibizione dei gemelli Filippini e della loro rock band The Stalkers, sul lago di Garda (a Padenghe) per una data più che esclusiva alla Birroteca Al Portec di Via Chiesa, in compagnia dei gnari scatenati del bar e dell’indaffarato staff, dal barista e proprietario, il buon Marco ‘Gave’, al sempreverde Max, oltre alla new entry Matilda. Il Brescia se la gioca con il Torino, all’ora di pranzo: partita difficile, ma non impossibile. Soprattutto nel momento più che positivo in cui si trovano i ragazzi di Calori.

BRESCIA-TORO: LE FORMAZIONI

“Secondo me il Brescia ha tutte le carte in regola per raggiungere i playoff – ci racconta Emanuele F. – e se ci arriverà se la potrà giocare con tutte. Logicamente dispiace per l’infortunio di Budel, un giocatore importantissimo per qualunque squadra: ha geometrie ed esperienza, con i giovani ci sa fare.. per il Brescia è fondamentale, detta i tempi, batte tutti i corner e tutte le punizioni, è lui che gestisce il ritmo della partita. Ma sono sicuro che chi andrà a sostituirlo farà benissimo, darà sempre il massimo, è questo il bello del Brescia”.

“Questo Brescia ha preso la strada giusta – aggiunge Antonio F. – Calori ha cambiato modulo in corsa, questa è stata la svolta. Ora giocano più coperti, il reparto difensivo soffre di meno, davanti hanno più spazi per poter ripartire. In fondo la Serie B è anche questo, molta corsa e prendere pochi gol. Forse prima c’erano fin troppi giocatori che pensavano alla parte offensiva.. adesso invece manca poco perché Arcari riesca a polverizzare ogni record”. E Brescia-Torino, che partita sarà? “Difficile fare un pronostico.. sta di fatto che sono tre punti importantissimi per il cammino del Brescia, per continuare a inseguire i playoff. Una vittoria col Toro darebbe una spinta ulteriore ai ragazzi, una grande fiducia per crederci sempre di più”.

“Alla fine il mercato di gennaio ha rinforzato ancora la squadra, hanno fatto gli acquisti che servivano. Forse manca un vero sostituto per Zambelli, ma quando Marco ci si mette, con la sua tenacia e la sua corsa, diventa insostituibile. Per fargli tirare il fiato ogni tanto può comunque giocare Mandorlini”. In questi giorni si è poi accesa qualche polemica di troppo, su Roberto Baggio e sulla sua nuova maglia color nerazzurro, con i colori dell’Atalanta.

E pensare che quel giorno di dicembre accanto a lui c’era anche Emanuele, a Zingonia entrambi per il master di allenatore, direttamente da Coverciano. “Ero proprio dietro al fotografo quando gli hanno fatto lo scatto. Lui l’ha fatto per cortesia, lui l’ha fatto perché è amato da tutti, non ha certo rinnegato il Brescia per tifare Atalanta! E’ solo una grande stupidata, una polemica montata ad arte, come succede spesso in Italia. Oggi lui ha un ruolo istituzionale, è presidente del settore tecnico.. un simbolo del calcio italiano”.

Tanti abbracci, tantissime foto, gli applausi dei gardesani di Padenghe e dintorni, al Portec di Padenghe per ascoltare i gemelli, per ascoltare The Stalkers. E ancora risuona l’eco di quel coro, l’ultima canzone cantata tutti insieme.. Sogni di Serie A.. Sogni di Serie A..

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sogni di Serie A: «Un Brescia così se la può giocare con tutte»

BresciaToday è in caricamento