menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calori: "Archiviato Grosseto, sotto col Verona: squadra forte e rodata"

Mister Calori parla dell'ultima sfida di campionato e dell'appuntamento con l'Hellas: "Sono un’ottima squadra, Mandorlini la guida, e bene, da due anni, e la sta modellando per stare ai vertici"

E’ conciso il commento di Alessandro Calori ripensando al pareggio ottenuto sabato a Grosseto: “Abbiamo raccolto il punto che ci meritavamo: dopo la buona prestazione contro il Sassuolo non ci siamo ripetuti in Toscana. Alterniamo ottime partite a delle altre non all’altezza. Sabato ci aspetta il Verona, un’ottima squadra dotata di esperienza: servirà scendere in campo col giusto impegno e con il giusto furore agonistico.”

Alessandro Calori, ultimamente il Brescia sembra abbonato al pareggio, almeno in trasferta…
“Non mi piace molto la “x”: ci portiamo a casa quello che raccogliamo sul campo, ma ovviamente preferisco l’1 o il 2 intesi a seconda di dove giochiamo.”

Si aspettava che le assenze avrebbero inciso così tanto nello svolgersi della gara?
“La prestazione è figlia di tante cose. A Grosseto nei primi 20 minuti è successo di tutto: due volte in vantaggio due volte su nostre distrazioni ci siamo fatti riprendere; siamo stati troppo attendisti e abbiamo commesso troppi errori sulle palle inattive.”

Si è fatto delle domande sull’atteggiamento sbagliato mostrato in campo da parte della squadra?
“La manovra di gioco non è stata fluida come al solito: mi riferisco soprattutto all’impostazione dell’azione da e verso gli esterni. Contro il Sassuolo non è stato affatto così, alterniamo ottime partite a prestazioni non all’altezza.”

Analizzando quello che si è visto in campo pensa che la squadra sia stata condizionata dai tanti diffidati?
“Credo ancora che si bisognasse pensare solo alla partita contro il Grosseto; io non posso entrare dentro la testa dei giocatori… Il fatto è che sono arrivate le prime due ammonizioni dopo sette minuti di gioco e ciò ha frenato un po’ l’irruenza, come nel caso di Lasik. Perciò un condizionamento, anche se inconscio, c’è stato sicuramente.”

Prima di Grosseto c’erano sette diffidati, ora sono sei: considera un po’ ingiusti i gialli assegnati?
“Il nostro calcio è un gioco veloce e ti crea queste ammonizioni… E’ chiaro che quando si hanno sette diffidati, qualcuno potrebbe anche rischiare di saltare la sfida successiva. Non ho fatto caso se nei falli sia stata messa troppa cattiveria o se le sanzioni sono state troppo eccessive.”

E’ ragionevole pensare di recuperare Rossi e Saba contro l’Hellas Verona?
“Fausto torna a completa disposizione dopo l’infortunio e oggi ricomincia a lavorare sul campo con il gruppo; per quanto riguarda Vitor, invece, dobbiamo vedere quando potrà ricominciare ad allenarsi. Oggi proverà per la prima volta a muoversi dopo la visita medica.”

E’ un Brescia in costante evoluzione tattica: il modulo con la difesa a quattro può essere una soluzione anche in futuro?
“Dopo Sassuolo poteva essere utilizzata con continuità, ma ciò potrà succedere solo quando avremo la costanza giusta e tutti i giocatori a disposizione.”

Otto punti in trasferta sono un po’ pochi, considerando l’ambizione del Brescia. Si è dato una spiegazione?
“Talvolta abbiamo fatto delle buoni prestazioni raccogliendo punti importanti; a Grosseto meritavamo il punto per come abbiamo giocato, però voglio sottolineare che noi abbiamo provato a vincerla, come sempre.”

Contro l’Hellas non ci sarà molto da dire ai suoi calciatori per caricarli, trattandosi di un derby…
“Fa parte del lavoro di un allenatore parlare con la squadra: la preparazione deve essere svolta sempre al massimo, per riuscire a trovare le soluzioni migliori. E’ normale che essendo un derby la gente e i tifosi ci tengono particolarmente, ma l’impegno agonistico va profuso indipendentemente dall’avversario che ci si trova di fronte.”

Teme in particolare qualche caratteristica del Verona?
“Sono un’ottima squadra, Mandorlini la guida, e bene, da due anni, e la sta modellando per stare ai vertici della classifica. E’ sicuramente una squadra forte, rodata e con esperienza.”

Ha guardato degli spezzoni della partita dell’Hellas contro il Cittadella?
“Non ancora: la studieremo dopo l’allenamento. Io ho riguardato di più la nostra, di partita.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento