Brescia-Bari, le pagelle. Niente da dire, poco da salvare

Ottimo il rientro di Arcari, bravi anche Salamon e Budel. Poi tabula rasa, senza giustificazioni: ma se i titolari non si meritano tale epiteto anche i neo entrati fanno pochissimo per guadagnarselo

Arcari 6,5: Torna in campo per sostituire l’influenzato Leali, e non lo fa rimpiangere. Decisivo due volte, nel primo e nel secondo tempo, in occasione del primo gol respinge anche su Marotta.             

Zambelli 5: Paga le tre settimane di assenza forzata, gioca in modo confuso, è spesso in ritardo. Si fa notare per un tiro sbilenco negli ultimi minuti.

Martinez 5,5: Forse l’ultimo a mollare, tra recuperi sprint e corse da una parte all’altra del campo. Ma nel gol del 2 a 1 è in netto ritardo.

De Maio 5: Avrebbe una palla gol nel finale, non la sfrutta. Nel corso della gara è protagonista di troppe sbavature, anche decisive. Nei primi due gol in particolare.

Mandorlini 5,5: In fase di offesa è decisamente in crescita. Ancora male purtroppo la fase di copertura. Al suo posto Scaglia 6, ci mette la freschezza, e un po’ di coraggio. Ma non basta.

Salamon 6,5: Il migliore? Poco ci manca. Come centrocampista arretrato, o difensore avanzato, sa il fatto suo. Certo, tre gol sono sempre tre gol, qualche colpa deve averla pure lui. Negli ultimi minuti va a fare la punta centrale, e per poco non segna.

Budel 6: Il metronomo è sempre il metronomo. Dovrebbe migliorare nei calci piazzati.

Vass 5: Estraneo al gioco, ci mette del suo nel primo gol barese. Al suo posto Feczesin 4, il paradosso dell’attaccante moderno. In panchina da due gare, fa di tutto per meritarsene una terza. Sbaglia due gol facili, quello di testa è quasi clamoroso.

Paghera 4,5: In campo a sorpresa, ci mette la consueta grinta. Forse troppa, e già ammonito si fa espellere a metà del secondo tempo. Dopo aver sbagliato un cross e aver tirato in faccia al portiere tutto solo in area.

Juan Antonio 4,5: Oggi proprio male. Chiuso dalla magnificenza di Donati e Crescenzi, litiga con Jonathas sulla posizione da mantenere in campo.

Jonathas 5: Un gol lo fa, su rigore, il quarto consecutivo e l’ottavo stagionale. Ma è tutto qui il Jonathas odierno. Anzi no, in taccuino anche due stop sbagliatissimi. Al suo posto Maccan sv

Scienza 4,5: Se si guarda intorno la sua panchina sembra desolante. Ma si ostina nelle sue scelte sbagliate: buona la coerenza, male i risultati. Ma finché non cambia l’assetto societario ha il posto assicurato.

BARI: Lamanna 7, Crescenzi 7,5, Borghese 4,5, Claiton 7, Polenta 7, De Falco 6, Donati 8, Kopunek 6,5, Bellomo 6,5 (’75 Castillo sv), Caputo 6,5 (’65 Stojan 8), Marotta 6 (’46 Ceppitelli 5). All. Torrente 7

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Ragazzino in ospedale col femore rotto: «È stato il padre di un mio coetaneo»

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Una tragedia immensa: il piccolo Alberto ucciso da un tumore a soli 5 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento