Venerdì, 18 Giugno 2021
Sport

Funerali di Andrea Antonelli, il bresciano Zanetti: «Correrò per lui»

A Fiumicino l'arrivo del feretro del giovane pilota (aveva solo 25 anni) Andrea Antonelli, morto in un tragico incidente in una pista di Mosca. Da lontano, ma da vicinissimo, le lacrime del pilota bresciano Lorenzo Zanetti

Andrea Antonelli

Un lungo applauso ha salutato l'uscita dall'aeroporto di Fiumicino del carro funebre grigio con la salma del pilota Andrea Antonelli. A salutarlo, per l’ultima volta, un folto gruppo di amici e supporter, che hanno seguito a piedi il mezzo, poco prima che partisse il corteo delle autovetture, con i familiari. Una lunga colonna triste che ha lasciato lo scalo romano che erano quasi le 14, tre ore dopo l’arrivo del feretro da Mosca. All’uscita del carro funebre un gruppo di motociclisti, operatori aeroportuali di Fiumicino e tifosi di Andrea, hanno reso omaggio al campione con un rombo collettivo targato Honda e Ducati.

Il comun denominatore le lacrime, non solo i familiari e gli amici ma anche chi di sport ci ha fatto una vita, il presidente del CONI Giovanni Malagò, il presidente della Federazione Motociclismo Paolo Sesti. “Molto è stato fatto per la sicurezza – ha spiegato con la voce rotta dal pianto – ma nel mondo delle due ruote ci sono ancora situazioni su cui purtroppo non possiamo fare niente. Possiamo mettere tutte le protezioni che vogliamo, ma quando un pilota cade in pista, e in quel modo, diventa difficile immaginare qualsiasi cosa”. Oggi intanto si celebrano i suoi funerali.

Lontanissimo o quasi, operato l’altro ieri, il pilota bresciano Lorenzo Zanetti. Ancora sconvolto per quel maledetto incidente, per quel pensiero che sicuramente non se ne andrà via, mai. “Tutti mi hanno detto che non è stata colpa mia – racconta – ma questo non mi fa stare meglio, anzi. Nel cuore sento questo dolore così grande, e continuo a chiedermi se sarebbe potuta andare diversamente, se avessi davvero potuto fare qualcosa”.

Non si fermerà Lorenzo, continuerà a correre perché questo non farà mai dimenticare Andrea. “Voglio onorare così la sua memoria, così è come lui avrebbe voluto. Devo ricominciare a correre, in pista, e devo farlo in fretta. Prima risalgo in sella e meglio sarà. Voglio correre per lui, e lo farò fin dalla gara di Silverstone”.

L'INCIDENTE VISTO IN TV
1 - VIDEO DI UNO SPETTATORE
2 - VIDEO DI UNO SPETTATORE
IL SERVIZIO DEL TG1

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Funerali di Andrea Antonelli, il bresciano Zanetti: «Correrò per lui»

BresciaToday è in caricamento