rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Altro Lonato del Garda

Tiro a volo, la Coppa del Mondo fa tappa a Lonato: attesi quasi 500 atleti

La quarta prova di Coppa del Mondo si terrà dal 19 al 30 aprile al Trap Concaverde di Lonato del Garda

Tra pochi giorni sulle pedane del Trap Concaverde di Lonato del Garda saliranno i migliori tiratori del mondo. La quarta prova di Coppa del Mondo di tiro a volo sarà infatti ospitata dalla struttura gardesana. Undici i giorni di gara: dal 19 al 30 aprile.
L'evento è stato presentato ufficialmente martedì mattina nelle sale di Palazzo Lombardia. La conferenza è stata aperta da Antonio Rossi, sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega allo Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi.

"Mi fa piacere presentare qui la Coppa del Mondo di Tiro al volo - ha detto Rossi - perchè Regione Lombardia in questa sede vuole essere la casa dello sport. E vogliamo continuare ad esserlo fino alle Olimpiadi del 2026". All'incontro con la stampa hanno partecipato anche Ivan Carella, presidente Comitato organizzatore e del Trap Concaverde, Roberto Tardani, sindaco di Lonato del Garda e Marco Riva, presidente Coni Lombardia.

La Coppa del Mondo di tiro a Volo sarà ospitata al Trap Concaverde di Lonato del Garda. Una struttura di eccellenza, situata nell'incantevole paesaggio delle colline moreniche, alle porte del lago di Garda. Attiva fin dal 1982, è considerata uno dei più importanti impianti di tiro a Volo del mondo.

Dal 19 al 30 aprile, per undici giorni, sono attesi 481 atleti provenienti da 70 Paesi, circa 1000 persone tra staff e preparatori atletici, con un indotto turistico stimato sul Comune di Lonato del Garda, attorno alle duemila presenze.

 "Una manifestazione con numeri importanti - ha fatto presente Rossi - in termini di presenze e di indotto economico, numeri che lo sport produce. Grazie alla copertura mediatica offerta da Raisport, si avrà modo anche di mostrare al pubblico un impianto di tiro che è un'assoluta eccellenza, come ho avuto modo di vedere. Per gli atleti è bello poter gareggiare in impianti del genere, costruiti in maniera perfetta e arricchiti da dotazioni tecnologiche di ultima generazione".

 "Organizzare questo tipo di eventi non è facile, specialmente dopo due anni di pandemia. Ne approfitto quindi anche per invitare ad assistere alle gare dal vivo - ha proseguito Rossi - dato che la partecipazione è gratuita e le emozioni sono sicuramente diverse e più intense rispetto a quello che trasmettono i social e la televisione".

 "A sostegno dello sport - ha concluso Rossi - Regione ha appena aperto un bando da quasi due milioni di euro destinato alle federazioni sportive; tenete conto che in Lombardia ci sono tutte le federazioni, circa il 20-25% dell'attività nazionale, quindi sono tante le società che vogliono gareggiare per ottenere questo importante contributo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiro a volo, la Coppa del Mondo fa tappa a Lonato: attesi quasi 500 atleti

BresciaToday è in caricamento