Domenica, 21 Luglio 2024
Altro

Acquafredda: campionato nazionale supermoto, superquad cittadino

La prima prova del campionato SSC 2023 si è svolto domenica 23 aprile ad Acquafredda (BS).

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

E’ stata un successo la prima prova del campionato nazionale SSC (Supermoto, Superquad, Cittadino) 2023, svoltasi domenica 23 aprile ad Acquafredda (BS). Quest’anno, il torneo ideato dall’instancabile Aldo Caldera si svolge su un arco di ben 7 gare che si disputano tutte su tracciati temporanei, ricavati prevalentemente nelle aree industriali dei comuni che le ospiteranno. “Porto lo sport e lo spettacolo delle competizioni in moto alla gente, invece che chiedere alla gente di entrare a pagamento negli impianti per piste permanenti.” ha detto soddisfatto Caldera.

Tutto è filato liscio e i concorrenti, divisi nelle varie categorie, hanno dato gas senza risparmiarsi. I vincitori di giornata sono stati: Jacopo Scarsi (supermoto A), Massimiliano Minuzzo (superquad), Diego Barbera (miniquad), Massimiliano Carboni (supermoto over), Samuele Tallarini (supermoto B), Filippo Occhialini (supermoto solo asfalto), Massimo Elia (supermoto wild card), Cristian Galli (supermoto wild card, solo asfalto). Tra i partner del campionato, quest’anno c’è anche l’associazione Mondo Libero Dalla Droga-Italia i cui volontari hanno allestito uno stand e distribuito materiale informativo ai giovani e meno giovani che hanno seguito la competizione.

Gli opuscoli distribuiti forniscono informazioni vitali sugli effetti a breve e lungo termine delle droghe più in uso, quali l’hashish, la marijuana, la cocaina, il crack, l’ecstasy, l’eroina, ma anche i comuni alcolici di cui anche i giovanissimi fanno spesso uso. Gli opuscoli, finanziati dalla chiesa di Scientology, sono 14, uno per ogni tipo di droga. I volontari di Mondo libero dalla Droga-Italia saranno presenti a tutte le rimanenti gare e continueranno a fare attività di informazione e prevenzione. “Chi fa sport non deve usare nessun genere di droga che aiuta a perdere le paure e che fa sentire euforici. Lo sport deve essere praticato con lucidità da ogni pilota.” ha affermato Caldera. I

l promoter ha ringraziato i piloti, i soci del motoclub Rudiano Motori - che hanno vigilato sul buon svolgimento della gara - e naturalmente l’amministrazione del comune di Acquafredda che ha dato il permesso per disputare la competizione nella zona industriale del paese. Dando appuntamento alla prossima gara che si svolgerà a Ostiano (CR) il 21 maggio prossimo, Caldera ha voluto ringraziare anche tutti gli sponsor che con il loro sostegno hanno reso possibile l’organizzazione del campionato: Arguz, utensileria e macchine utensili; B.O.F., fotografo professionista; Edile BND di Barbera Oriano; GIMOTO, abbigliamento motociclistico su misura; PZRacing, componenti elettronici per competizioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquafredda: campionato nazionale supermoto, superquad cittadino
BresciaToday è in caricamento