Crolla a terra mentre pranza con la moglie, addio al "Fedayyin" del Brescia Calcio

Si è spento a 66 anni (compiuti un mese fa) Adriano Tedoldi: lo chiamavano “Fedayyin”, ha indossato la maglia del Brescia negli anni '70

Foto di repertorio

Lo chiamavano “Fedayyin”, per i suoi baffoni, la sua folta chioma e la sua carnagione scura: con il Brescia Calcio negli anni '70 ha collezionato una sessantina di presenze, segnando 12 gol, ma è rimasto a lungo nel cuore dei tifosi per il suo carattere, il suo stile di gioco, per aver diviso spogliatoi e formazioni e panchine con campioni del calibro di Alessandro “Spillo” Altobelli.

Aveva 66 anni (compiuti un mese fa) Adriano Tedoldi: se n'è andato all'improvviso, nel primo pomeriggio di domenica sotto gli occhi increduli della moglie. Erano nella loro casa di Paitone, stavano pranzando insieme: Tedoldi si è sentito male, un malore per cui purtroppo non c'è stato niente da fare.

La chiamata al 112, la corsa disperata dei sanitari sul posto per cercare di rianimarlo. Troppo tardi, il suo cuore si è fermato. Un cuore da campione: classe 1952 e originario di Nuvolento, la città e la squadra in cui era cresciuto, era passato alle giovanili del Brescia con cui poi aveva esordito in Serie B.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento