Sport

A Verolanuova la Coppa Europa di Paraciclismo

Fabio Nari e Katia Landi vincono in categoria T1 nella tappa bresciana, nel week end tra i grandi protagonisti anche Alex Zanardi e Fabrizio Macchi. Il Trofeo Internazionale Comune di Verolanuova trampolino di lancio per le prossime Paraolimpiadi

Barilla Blue Team

Tanti applausi e tanti campioni al Trofeo Internazionale Comune di Verolanuova, competizione valevole come tappa italiana della Coppa Europa di Paraciclismo. Gare individuali a piazzamento, gare a cronometro e corse a squadre, maschile e femminile, di varie categorie: gli atleti sfrecciano lungo le strade sfiorando anche i 50 km/h di punta. Nella categoria T1 una doppia vittoria parmense, con il duo Fabio Nari e Katia Landi della Trenkwalder Guerciotti: “Nello sport come la vita – ha scritto di loro la stampa locale – non esistono barriere fisiche, ma solo mentali. E per questo abbattibili”.

Sul percorso di Verolanuova anche volti conosciuti come i due atleti di spicco della Barilla Blue Team, Alex Zanardi e Fabrizio Macchi. Su strada ha vinto Macchi, davanti al britannico Simon Price e all’irlandese Colyn Lynch; Zanardi è uscito di pista proprio all’ultima curva, piazzandosi così al secondo posto dietro all’israeliano Nati Gruberg. A cronometro l’immediata rivincita dell’ex pilota di Formula Uno, Macchi si è accontentato invece della seconda piazza.

“Sono molto contento di aver vinto la classifica generale e di aver guadagnato altri punti importanti per la qualificazione olimpica – ha dichiarato un sorridente Zanardi – anche se certo non mi è piaciuta l’uscita di strada di ieri. La strada era piena di pozzanghere per la pioggia appena caduta, e una curva mi ha tradito per ben due volte”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Verolanuova la Coppa Europa di Paraciclismo

BresciaToday è in caricamento