Tra natura e archeologia nella Rocca di Manerba

In occasione delle tantissime iniziative estive il Museo Civico in collaborazione con l'Associazione culturale Valtenesi, ha programmato per domenica 25 agosto una mattinata tutta dedicata alla natura e all'archeologia presso il parco Archeologico e Naturalistico di Manerba

Il parco Archeologico e Naturalistico di Manerba è una meravigliosa oasi naturalistica con vista privilegiata sul lago di Garda e sulla Valtenesi, unica nel suo genere e fiore all’occhiello del nostro Paese. In occasione delle tantissime iniziative estive che ogni anno il comune di Manerba organizza, il Museo Civico in collaborazione con l’Associazione culturale Valtenesi, ha programmato per domenica 25 agosto una mattinata tutta dedicata alla natura e all’archeologia.  È prevista, infatti, un’escursione guidata presso il parco, adatta a tutti, alla scoperta degli angoli più suggestivi di questa bellissima oasi naturalistica percorrendo alcuni dei numerosi sentieri e osservare da vicino le specie vegetali e la fauna della zona.


 

L’itinerario si snoderà lungo le seguenti tappe: Porto Dusano – Riparo Valtenesi – Casello Alta Velocità – Promontorio Sasso – Rocca – Museo – Bus De La Paùl – Chiesa di S. Giorgio – Porto Dusano. L’importanza naturalistica di questo parco è dovuta al fatto che alcune delle specie arboree già presenti fin dalle epoche preistoriche e conservatesi tra i resti carbonizzati delle offerte rituali nel sepolcreto dell’Età del Rame del Riparo Valtenesi (tra cui il Corniolo e il Terebinto), popolano tuttora questi luoghi e fanno parte delle presenze più decorative. Nel Parco della Rocca, inoltre, una delle formazioni vegetali più importanti è rappresentata dai prati aridi: si tratta di piccole radure o prati di versante in cui l’azione contemporanea di fattori ambientali, come l’esposizione soleggiata, la scarsa fertilità del suolo, la superficialità della roccia calcarea, l’aridità e il favore termico, esaltano lo sviluppo di una vegetazione bassa, erbacea. Tutto questo accompagnato dai numerosi animali che popolano queste terre rappresenta uno scrigno di biodiversità unico nel suo genere.


 

Ma le attività non finiscono qui: il Museo Civico ha organizzato per i più giovani “Mettiti in gioco con l’archeologia”, gioco a squadre per aspiranti archeologi che attraverso quesiti, studio e riconoscimento di reperti di varie epoche avvicina i più piccoli al fantastico mondo dell’archeologia. 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BresciaToday è in caricamento