In uno scatto il "bello e il buono della Lombardia"

Terranostra, l'Associazione per l'agriturismo e l'ambiente promossa da Coldiretti ha indetto un concorso fotografico con lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica sulla valorizzazione delle bellezze del territorio lombardo

La Lombardia si sa è un territorio molto particolare: anche se molto antropizzato, infatti, può riservare grandi sorprese attraverso le sue bellezze naturali in particolare nelle tante aree protette sparse su tutto il suo territorio. Basti pensare che il sistema delle aree protette lombardo consta di 24 parchi regionali, 65 riserve regionali e 28 monumenti naturali, oltre alla presenza del Parco Nazionale dello Stelvio. Per non parlare inoltre delle decine e decine di parchi locali di interesse sovracomunale. In totale le aree protette ricoprono più del 22% del territorio regionale. Una cifra ragguardevole.
 

Un patrimonio naturalistico, quello lombardo, che va assolutamente protetto e soprattutto valorizzato. Proprio con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla conoscenza e soprattutto sulla valorizzazione delle bellezze del proprio territorio, Terranostra, l’Associazione per l’agriturismo e per l’ambiente promossa da Coldiretti, ha indetto un concorso fotografico dal tema “il bello e il buono della Lombardia”.
 

Scopo del concorso, aperto a tutti i maggiorenni residenti o domiciliati sul territorio nazionale, è quello di raccontare, attraverso l’immagine, il patrimonio regionale: Il paesaggio con le sue straordinarie bellezze naturalistiche; L’aspetto storico e culturale: l’arte a cielo aperto; La tradizione agricola con la produzione di eccellenza, i processi produttivi di nicchia e le attività del mondo rurale. E cosa meglio di una immagine può rappresentare in tutta la sua interezza la bellezza di questi gioielli della Regione?
 

Potranno partecipare al concorso sia fotografi professionisti che amatori.
 

Sono ammesse da una ad un massimo di tre fotografie per ogni concorrente scattate esclusivamente in Lombardia, indicando tassativamente il luogo dove sono state fatte. Non è necessario che le foto siano state scattate nel periodo del concorso ma possono anche appartenere ad archivi personali dell’autore, purché rispettino i requisiti e i documenti di liberatoria richiesti. C’è tempo fino al 31 dicembre per inviare le proprie opere.

Il regolamento completo del concorso può essere scaricato dal sito: www.lombardia.terranostra.it

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BresciaToday è in caricamento