Il Comune classifica il livello di inquinamento dei parchi

Dal primo agosto è in vigore la nuova ordinanza per la classificazione dei giardini pubblici. Cartellonistiche di colore rosso, giallo e azzurro segnaleranno le prescrizioni attive.

Dal primo agosto è in vigore un’ordinanza comunale fino al 31 dicembre 2013, che riprende i contenuti già emessi in precedenti ordinanze, specificando in maniera dettagliata la fruizione delle aree verdi cittadine. Nel documento comunale vengono elencati i divieti definiti dall’ASL competente, che vengono differenziati a seconda della zona alla quale si riferiscono.

In questo senso l’ordinanza fa riferimento a tre diverse aree. La prima si riferisce all’intera area oggetto dell’ordinanza, la seconda alla perimetrazione dell’Area classificata SIN (Sito di Interesse nazionale) “Brescia-Caffaro”, mentre  la terza è la perimetrazione dell’area sud del SIN Bresca –Caffaro che si riferisce a determinate prescrizioni per quanto riguarda l’uso dei terreni agricoli.

Per rendere facilmente conoscibili le prescrizioni attive nelle varie aree, verranno sistemati appositi cartelloni in tutti i parchi pubblici. I cartelloni rossi saranno collocati nei giardini pubblici ad alto livello di inquinamento dove è assolutamente vietato accedere; quelli color giallo-ocra nei giardini con un inquinamento medio, dove sono vietati: scavi ed esportazioni di terreni, l’utilizzo delle aree prive di erba e non pavimentate e il pascolo. Infine i cartelli di colore Azzurro Ciano verranno installati nei giardini pubblici in cui sono stati rilevati livelli di inquinamento nei limiti delle legge. In queste aree non esiste alcuna limitazione. Tutti i cartelli saranno scritti in italiano, inglese e francese.

Per conoscere la lista di tutti i parchi e le prescrizioni attive singolarmente, è possibile consultare l’elenco sul sito del Comune di Brescia.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BresciaToday è in caricamento