rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
social

Le elezioni si avvicinano: ma c'è un paese dove nessuno vuole fare il sindaco

Tra meno di due mesi si vota, ma in paese non ci sono candidati

C'è un paese in Lombardia dove nessuno vuole fare il sindaco: Torricella del Pizzo, provincia di Cremona. E' qui che a meno di due mesi dalle prossime elezioni amministrative – si vota il 12 giugno – e a meno di un mese dalla scadenza per la presentazione delle liste non c'è ancora uno straccio di candidato. Circostanza più unica che rara, ma in fondo anche il segno dei tempi: un Paese che invecchia (e parliamo dell'Italia) e un distacco sempre più netto con la politica elettorale (all'americana, dove va a votare solo una persona su due). 

Il paese (per ora) senza candidati

Il piccolo, piccolissimo municipio di Torricella Sul Pizzo, affacciato sul fiume Po e proprio al confine con l'Emilia-Romagna, conta in realtà meno di 600 abitanti: come riferito dall'Istat in realtà al 1 gennaio 2022 sono soltanto 561, in calo rispetto all'ultima rilevazione (alla fine del 2010 erano addirittura 693). Di questi circa la metà (280 su 561) hanno più di 50 anni. All'anagrafe risultano più residenti over 60 che bambini e ragazzi. E' l'inverno demografico, che si fa sentire anche (e soprattutto) nei piccoli municipi.

Cosa succede se nessuno si presenta

Se non si dovesse candidare nessuno, il destino sarebbe scritto: alla scadenza naturale del mandato del sindaco uscente il paese sarebbe commissariato, e così traghettato alle successive elezioni (se mai si trovasse qualcuno disposto a candidarsi: altrimenti sarebbe davvero un inedito storico). Il primo cittadino uscente è Emanuel Sacchini; ma dopo il terzo mandato consecutivo, come legge prevede, non può più ripresentarsi per il poker.

“Paese troppo adulto sotto il profilo anagrafico, poco interesse per la cosa pubblica, tendenza a pensare di non essere all'altezza”: è questo il commento del quotidiano La Provincia di Cremona in merito alla carenza di candidati. Il tempo stringe, si legge, “con il rischio sempre più concreto che possa arrivare il commissario: anche se, sottotraccia, qualche movimento c'è per evitare l'ipotesi del commissariamento, anche all'ultimo minuto”. Insomma, si vedrà.

Al voto anche in provincia di Brescia

E' tempo di voto anche in provincia di Brescia. Il 12 giugno prossimo saranno 11 i Comuni chiamati a rinnovare sindaco, giunta e consiglio comunale. Per 7 di questi si deciderà tutto al primo turno, quorum permettendo: Acquafredda, Bienno, Gottolengo, Mura, Odolo, Paspardo e Provaglio Valsabbia. Ce ne sono poi quattro sopra i 15mila abitanti, e dove è probabilissimo il ballottaggio (che sarà domenica 26): Darfo Boario Terme, Desenzano del Garda, Gussago e Palazzolo sull'Oglio. In tutta la Lombardia saranno invece 128 i municipi al voto, tra cui tre capoluoghi di provincia: Como, Lodi e Monza. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le elezioni si avvicinano: ma c'è un paese dove nessuno vuole fare il sindaco

BresciaToday è in caricamento