Bentornata, Vittoria Alata: anche Topolino celebra la statua simbolo di Brescia

E' in arrivo mercoledì 18 novembre la storia “Topolino e l'avventura della Minni Alata”, che celebra il restauro della Vittoria Alata di Brescia

Bentornata, Vittoria Alata: l'opera forse più simbolica della città è di nuovo al suo posto, dopo tanto tempo. E presto sarà possibile ammirarla di nuovo. Obiettivo raggiunto, e celebrato non solo da una maxi-installazione in metropolitana, allestita ormai da un paio di settimane: ma pure da un'imperdibile storia a fumetti che verrà pubblicata sul numero 3.391 di Topolino, disponibile in edicola e in formato digitale da mercoledì 18 novembre.

Il magazine a fumetti più noto tra i giovanissimi (e non solo) festeggia così l'importante restauro della statua di origini romane, da poco ricollocata al Capitolium: la storia “Topolino e l'avventura della Minni Alata” ne raccolta il mito, lungo duemila anni, scritta a sceneggiata da Roberto Gagnor e disegnata da Valerio Held.

L'avventura della Minni Alata

Trudy e Gambadilegno entrano al museo di Santa Giulia per compiere un furto, ma restano in “ostaggio” di un ologramma didattico che racconta la storia della preziosa Minni Alata, e che farà fare ai due ladri un viaggio nel tempo dall'antica Grecia ai giorni nostri, passando dall'epoca romana  e medievale raccontando le peripezie vissute dalla nike.

La storia di un favoloso restauro

Le strisce di Gagnor e Held prendono spunto, inevitabilmente dalla Vittoria Alata: la splendida statua di bronzo arrivata a Brescia nei secoli dell'Impero Romano e rinvenuta nel 1826 nel corso degli scavi archeologici del tempio. Il ritrovamento diede una nuova vita alla statua, cimelio apprezzato da visitatori di tutto il mondo e musa ispiratrice di artisti e poeti. Un recente restauro ne ha rinvigorito la bellezza, con un moderno allestimento (all'interno del Capitolium) ridisegnato dall'architetto spagnolo Juan Navarro Baldeweg.

Il restauro, a cura dell'Opificio delle Pietre Dure di Firenze, è stato promosso dal Comune, dalla Fondazione Brescia Musei e dalla Soprintendenza. La Minni Alata di Topolino è un piccolo grande omaggio: tanto apprezzato da convincere il Comune a donare una copia del numero 3.391 a tutti i bambini delle scuole primarie e delle scuole dell'infanzia della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

Torna su
BresciaToday è in caricamento