rotate-mobile

Tutti fermi: è virale il video del mega ingorgo alla Strada della Forra

Turisti spazientiti e auto ferme in colonna

Sfiora ormai le 20 milioni di visualizzazioni (dato aggiornato al 25 aprile) il video pubblicato su TikTok da Uwe Vorberg e che racconta, per immagini, l'ennesimo ingorgo sulla Strada della Forra sopra Tremosine, considerata una delle "meraviglie" del lago di Garda ma allo stesso tempo da sempre complicata in quanto stretta, strettissima. Colonna sonora più che italica ("Sarà perché ti amo" dei Ricchi e Poveri) e lunghe code in entrambi i sensi di marcia: turisti spazientiti, auto ferme in colonna, passaggio bloccato e chi più ne ha, più ne metta.

Speriamo non se ne accorgano gli albergatori nostrani: sia mai che, oltre alla siccità, sul Garda ci sia un altro grande problema irrisolto, ovvero quello del traffico. Certo è che la Strada della Forra (la Strada provinciale 38) fa storia a sé, per sua stessa conformazione: è da tempo che si cerca di arginare la questione, e infatti dal 2020 che la Provincia di Brescia, in accordo con il Comune di Tremosine, ha istituito un senso unico di marcia (a salire) per il periodo estivo.

Senso unico per l'estate

Il tratto interessato dal divieto provvisorio parte dal km 0+000 (località Porto di Tremosine) al km 3+000 (località Forra di Tremosine): questo perché, fa sapere la stessa Provincia, "in questo tratto molto stretto è difficile lo scambio tra due veicoli in direzioni opposte". Quest'anno l'attivazione del senso unico di marcia lungo la Tremosine-Tignale è stato attivato già da sabato 1 aprile (e terminerà il 12 novembre prossimo).

"Visto il buon esito della gestione della circolazione negli anni scorsi - scrive ancora la Provincia - e visto il notevole aumento del traffico in transito a seguito della riapertura della strada, l'istituzione del senso unico è stata anticipata". Il problema però rimane, eccome: questo succede appunto dalle 19 in poi, quando viene riattivato il doppio senso di marcia. E con la bella stagione le code sono purtroppo garantite.

Si parla di

Video popolari

BresciaToday è in caricamento