Gli stipendi bresciani tra i più bassi in Lombardia: la classifica delle retribuzioni

Quanto guadagnano i bresciani: quasi 5mila euro in meno, ogni anno, rispetto ai colleghi di Milano, ancora una volta la provincia più ricca d’Italia

E’ la Lombardia la regione più ricca d’Italia, anche per quanto riguarda le retribuzioni: la media degli stipendi lombardi è di oltre 7 punti superiore al dato nazionale, prima in graduatoria davanti al Trentino Alto Adige (per poche centinaia di euro l’anno) e al Lazio. Le regioni dove gli stipendi sono i più bassi sono tutte al sud e isole: all’ultimo posto la Basilicata, con oltre 16 punti in meno sulla media nazionale, poi Calabria, Sicilia, Molise e Sardegna. E la provincia di Brescia? Nella graduatoria regionale è al penultimo posto, mentre a livello nazionale è appena sotto la media. Sintomi di una realtà produttiva ancora poco concentrata, dove le imprese sono piccole e i salari dunque più bassi.

E’ questo quanto emerge dall’ultimo Geography Index dell’Osservatorio JobPricing, quest’anno in collaborazione con Spring Professional, che analizza e valorizza le differenze retributive tra le varie regioni e province italiana, analizzando i dati di circa 900mila utenti: le classifiche tengono conto della cosiddetta Ral, la Retribuzione annua lorda.

Gli stipendi in Lombardia

La Lombardia, come detto, è ancora la regione d’Italia dove gli stipendi sono i più: la Retribuzione annua lorda media è di 31.472 euro, davanti a Trentino Alto Adige (31.136 euro), Lazio (30.353 euro), Emilia Romagna (30.305 euro) e Liguria (29.809 euro). I vicini del Veneto sono al settimo posto, dietro al Piemonte, con 29.473 euro (lordi) pro-capite l’anno.

Restando in regione, è Milano la provincia dove gli stipendi sono più alti: 33.948 euro, quasi 8 punti in più rispetto alla media regionale, e addirittura 16 punti in più rispetto alla media nazionale (che è di 29.358 euro l’anno). Seguono la provincia di Monza e Brianza (31.668 euro) e la provincia di Como (30.176 euro), poi Varese (30.073 euro), Lecco (29.973 euro), Lodi (29.709 euro), Bergamo (29.616 euro), Cremona (29.107 euro), Pavia (29.090 euro), Mantova (29.034 euro), Brescia (28.611 euro) e infine Sondrio (28.378). 

Le province più ricche d’Italia

E’ Milano la provincia più ricca d’Italia per reddito annuo lordo pro-capite, come già lo scorso anno:  con 33.948 euro di Ral media è davanti a Bolzano (32.088 euro l’anno) e Monza Brianza (31.688 euro). Appena fuori dal podio la provincia di Bologna (31.657 euro), poi Genova (31.646 euro), Parma (31.429 euro), Trieste (31.262 euro), Roma (30.869 euro), Ravenna (30.448 euro) e Reggio Emilia a completare la top ten (30.282 euro). La provincia di Brescia quest’anno si ferma al quarantunesimo posto, con 28.611 euro, in calo di ben sette posizioni rispetto al 2018.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

Torna su
BresciaToday è in caricamento