rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
social Erbusco

Frappuccino mon amour: Starbucks arriva anche in provincia di Brescia

Svelata la location del primo store bresciano a marchio Starbucks

Qualcuno forse ne critica il format, soprattutto gli strenui difensori dell'espresso all'italiana: ma non si può negare che il marchio Starbucks (operativo ormai da mezzo secolo) sia un fenomeno cult in tutto il mondo. Tanto da creare una grande attesa, non appena sfugge la notizia di una nuova apertura: è così anche a Brescia, dove se ne parla da anni. Si diceva in centro storico, o nei prossimi dintorni, ma finalmente è stata svelata l'esatta location: il primo Starbucks bresciano aprirà i battenti a Erbusco, probabilmente già nelle prime settimane del nuovo anno.

I nuovi store aperti in Italia

L'annuncio è stato anticipato direttamente dall'azienda, contestualmente all'apertura di due nuovi punti vendita in Italia, uno in Lombardia e l'altro in Piemonte: il primo, aperto dal 14 dicembre e in gergo definito “shop-in-shop”, è operativo all'interno del centro commerciale di Arese, in provincia di Milano; è tra l'altro il primo all'interno di un megastore Mondadori, mantenendo le sue storiche caratteristiche (oltre al caffè anche le “comode sedute” e l'immancabile wi-fi gratuito, sia all'interno che all'esterno).

Il secondo ha invece aperto il 15 dicembre all'interno de “Il Terrazzo” di Torino Porta Nuova, uno spazio di 2mila metri quadrati di nuove aree commerciali food&restaurant. In gergo questo è un “kiosk”, ovvero un chiosco: “Il negozio – fa sapere Starbucks – offrirà a chi vuole ricaricarsi mentre è in viaggio, e ai clienti che preferiscono stare seduti al coperto, la possibilità di gustare le nostre iconiche bevande”.

Come sarà il primo Starbucks bresciano

Infine, il nuovo store bresciano. Con una nota di colore: sarà il primo negozio “Drive Thru” di tutta Italia, che permetterà ai clienti di ordinare comodamente dalla loro auto la loro bevanda Starbucks e gli altri prodotti del menu. “Siamo entusiasti – spiega Vincenzo Catrambone, general manager di Starbucks Italia – di introdurre in Italia nuovi format di store, che sono stati attentamente scelti per dare vita al meglio della Starbucks Experience, assicurandoci di continuare a soddisfare le esigenze in evoluzione dei clienti”. 

Confermata anche la massima attenzione alle disposizioni sanitarie, l'acquisto di caffè al 100% di “provenienza etica” e lo sconto di 20 centesimi a tutti i clienti che portano una tazza riutilizzabile quando acquistano una bevanda. 

La collaborazione con Percassi

Anche queste tre aperture (in totale sono 14) sono gestite in collaborazione con Percassi, società le cui attività comprendono lo sviluppo e la gestione di reti commerciali in franchising di importanti marchi (soprattutto in ambito fashion-beauty e consumer: tra i tanti ricordiamo Gucci, Armani, Nike, Victoria's Secret e altri). Il brand Starbucks, come detto, non ha bisogno di presentazioni.

Il marchio è presente sul mercato dal 1971: il primo store è stato aperto esattamente 50 anni fa a Seattle, ma ad oggi si contano più di 33mila negozi in tutto il mondo. Un boom clamoroso nell'ultimo decennio: dal 2010 sono quasi raddoppiati. Il fatturato nel 2020 ha raggiunto e superato i 23 miliardi e mezzo di euro, con circa 330mila dipendenti: per la cronaca, ci sono già posizioni aperte anche per il nuovo negozio di Erbusco. Tra i prodotti più noti sicuramente il Frappuccino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frappuccino mon amour: Starbucks arriva anche in provincia di Brescia

BresciaToday è in caricamento