rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
social

Il progetto di legge per riportare gli uccelli nello spiedo bresciano

La proposta firmata dal consigliere regionale leghista

La Lega bresciana ha presentato un progetto di legge regionale che entra nel merito delle “Disposizioni per la valorizzazione del piatto tipico dello spiedo bresciano e di altri piatti tradizionali lombardi a base di selvaggina”: l'obiettivo, in estrema sintesi, è quello di riportare gli uccelli (ovviamente quelli liberamente cacciabili) nello spiedo anche per le attività commerciali e gli eventi pubblici.

Il progetto di legge regionale

L'iniziativa nasce da una proposta del consigliere regionale Floriano Massardi, vicepresidente dell'VIII Commissione agricoltura, montagna, foreste e parchi. “Questo progetto di legge – spiega Massardi – ha l'obiettivo di permettere di cucinare anche nei ristoranti e nelle sagre lo spiedo bresciano con uccelli, in quanto patrimonio gastronomico nonché tradizione secolare del nostro territorio. Dal 2014 le attuali norme vietano infatti il commercio di avifauna cacciabile per fini commerciali, escludendo così la possibilità a ristoranti, mercati, fiere e sagre di proporre questo piatto tipico”.

Il testo è stato presentato alla IV Commissione attività produttive di Regione Lombardia, ultimo passaggio prima di avviare l'iter del progetto di legge che sarà poi discusso in aula consiliare.

"Selvaggina solo a titolo gratuito"

“La legge regionale che propongo – continua Massardi – non potrà non tenere conto del fatto che è necessario che la materia prima, cioè la selvaggina, venga donata volontariamente sempre e soltanto a titolo gratuito dal produttore primario, cioè il cacciatore, fino al consumatore finale: questo in sintonia con la disciplina comunitaria e nazionale in materia di tutela e divieto di cessione per fini commerciali di determinate specie di avifauna”.

Nel dibattito in IV Commissione è intervenuto anche il consigliere regionale Alex Galizzi: “Polenta e uccelli, lo spiedo bresciano e tanti altri piatti fanno parte della nostra storia e cultura ed è un nostro dovere sostenerlo. Troppi purtroppo sono i divieti applicati in tante normative o regolamenti per una mentalità sbagliata e non realistica che non può e non deve fermare la nostra storia, cultura e tipicità”. 

“Lo spiedo bresciano, come gli altri piatti tipici delle province lombarde – commenta infine Alberto Bertagna, segretario provinciale della Lega – è un valore aggiunto che non può essere cancellato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il progetto di legge per riportare gli uccelli nello spiedo bresciano

BresciaToday è in caricamento