rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
social Sirmione

Le grotte millenarie s'illuminano di luci e colori: sono le "Stravaganze Imperiali"

Conto alla rovescia sul lago di Garda

Le prime immagini, in anteprima, sono già virali: le millenarie Grotte di Catullo a Sirmione, in notturna, illuminate dalle luci e dai colori dell'arte, installazioni e maxischermi, suoni dal profondo e pure un'immaginifica “piscina virtuale” in cui immergersi avvolti dal fumo e dalla luce. Conto alla rovescia per “Stravaganze Imperiali”, il nuovo progetto artistico multimediale immersivo dell'artista e curatrice Vera Uberti, proposto da Mai Museum, che si carica sulle spalle la pesante eredità di “In Wonder(is)land”, l'evento cult dell'estate 2021 sull'Isola del Garda, a largo di San Felice.

"Stravaganze Imperiali"

Stavolta a Sirmione, appunto, in collaborazione con il Comune, con la Direzione regionale Musei della Lombardia e con la Fondazione Francesco Soldano (che a Brescia organizza il Festival LeXgiornate): otto maxi-installazioni luminose, in dialogo con il paesaggio circostante, si accenderanno dal 2 giugno al 30 luglio, per un totale di 36 appuntamenti in scena solitamente il mercoledì, il giovedì e il venerdì, poi qualche sabato e in alcuni giorni festivi. Impatto garantito, ma non per tutte le tasche: ingresso 110 euro, info e biglietti anche su maimuseum.it. Porte aperte dalle 20.45 a mezzanotte.

“La nostra missione è quella di collegare il pubblico all'arte in un modo completamente nuovo, stimolando le menti, le emozioni e l'immaginazione attraverso esperienze multiple”, commenta la curatrice Vera Uberti: “Diamo insieme un futuro al nostro passato – gli fa eco Daniele Alberti, in veste di ad di Mai Museum – e accendiamo le luci su luoghi di interesse storico e paesaggistico, presentandoli al pubblico in maniera inedita, e perché no anche magica”.

Le "Stravaganze Imperiali" alle Grotte di Catullo

 

Il percorso espositivo

Il percorso espositivo s'inaugura attraversando un tunnel di luce all'ingresso, varcando la soglia del grande Campo degli Ulivi, tra alberi e sfere giganti luminose. Si prosegue poi con il Serpente, nel misterioso corridoio sotterraneo noto come criptoportico: l'installazione prende vita grazie al movimento delle luci di 140 tubi a led. E ancora, la grande navata centrale con dedica all'arte e alla fotografia contemporanea, in cui vengono proiettate le opere di David LaChapelle, blasfemo e provocatorio quanto basta.

Poi, la piscina: ovvero Swimmingold, una vasca termale ora trasformata in un gioco di luci e fumo. Great dreams Great minds: ancora neon rossi, che anticipano la scalinata dedicata invece alle poesie di Catullo, declamate in latino nel silenzio della sera. Il Ruggito è invece la seconda installazione sonora, nella cosiddetta Aula dei Giganti, che sorprenderà il pubblico con la forza di un urlo primordiale, e le luci di un gigantesco occhio. Il gran finale enogastronomico, nella Taberna: una food experience che si compone di un panettone estivo dello chef Andrea Mainardi, ma da lui stesso definito “orgasmico”, accompagnato da una Gin Experience griffata Spirito Cocktails, azienda di Flero che ha rivoluzionato il mondo del drink con gli ormai celebri cocktail in busta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le grotte millenarie s'illuminano di luci e colori: sono le "Stravaganze Imperiali"

BresciaToday è in caricamento