Concerti jazz (e sedie stilose) in cambio di una notte in vacanza: torna la Settimana del Baratto

Conto alla rovescia per la Settimana del Baratto: anche in provincia di Brescia si può dormire gratuitamente proponendo scambi alla pari

depositphotos.com

“Scambio due notti di soggiorno con un concerto jazz nella mia struttura”. “Offro due pernottamenti per una consolle vintage”. “Alloggio e prima colazione in cambio di sedie in stile arte povera”. Proposte indecenti? Macché. Sono solo alcune delle tante proposte di baratto, quello vero, formulate dai gestori dei bed&breakfast italiani affiliati al portale Bed-and-Breakfast.it e pubblicate su SettimanadelBaratto.it.

Dal 18 al 24 novembre gli ospiti vengono accolti gratuitamente a fronte di prestazioni di vario genere o cessione di un proprio bene, come avviene ormai da ben 11 anni ogni terza settimana di novembre. Gli amanti dei viaggi hanno la singolare opportunità di scoprire angoli d’Italia sconosciuti e suggestivi soggiornando in uno dei bed and breakfast che aderiscono all’iniziativa, senza necessità alcuna di mettere mano al portafoglio: è sufficiente cimentarsi in attività manuali, didattiche e creative o portare con sé un qualche oggetto per i proprietari dei B&B.

Come funziona

Come funziona? Il sito dedicato all’evento raccoglie i B&B che partecipano, come un comune sito di ricerca alloggi, ma al posto dei prezzi mostra i "desideri" dei B&B – suddivisi per regione e per tipologia di servizi e prodotti richiesti: è cioè il luogo d’incontro tra i gestori e gli ospiti ed è qui che si pianifica lo scambio. Molti bed and breakfast sono aperti a baratti di qualsivoglia genere: una volta selezionati i filtri di ricerca geografica, basta selezionare la struttura d’interesse e cliccare sul tasto Contatta e Baratta per proporre, per esempio, un fumetto da collezione o una lezione di tango, avviare la trattativa con il B&B e, concluso l’accordo, preparare le valigie.

Le novità di quest'anno

Quest’anno, rispetto ai precedenti, è ancora più facile per i viaggiatori approcciarsi ai desideri dei B&B partecipanti: nella homepage del sito, infatti, si può trovare una comoda categorizzazione di questi ultimi, suddivisi per tipologia di beni o servizi. Ad esempio, se un aspirante viaggiatore vuole partecipare alla raccolta delle olive e vuole scegliere tra i B&B che richiedono aiuto in tal senso, gli basterà cliccare su “Raccolta Olive”, e troverà una lista di B&B pronti ad accoglierlo in cambio del suo tempo nell’uliveto di famiglia. Stessa cosa potranno fare giornalisti, travel blogger, esperti di marketing, fotografi o collezionisti d’arte che vorranno mettere a disposizione le proprie competenze a chi proprio quelle ricerca.

Non è tutto: sulla scia del successo dello scorso anno, la Settimana del Baratto continua ad allargarsi oltre i confini nazionali con la Barter Week, spin-off internazionale che coinvolge i bed and breakfast di ben 64 paesi del Mondo, dall’Albania all’Uganda.

I bed&breakfast aderenti in provincia di Brescia

Ad oggi sono otto le strutture di Brescia e provincia che aderiscono al progetto della Settimana del Baratto. In Franciacorta segnaliamo Al Macondo in Via Vittorio Emanuele a Gussago e Cascina del Sole in Via Cavour a Passirano. Sul Garda e in Valle Sabbia il b&b Luna di Miele in Viale Vittorio Emanuele a Nuvolento, Il Glicine in Via Ersone a Bedizzole, Agriturismo Macesina in Via Borghetto ancora a Bedizzole. Sul lago d'Iseo due strutture a Paratico, B&B Ulivi in Viale Aldo Madruzza e Agriturismo Terra e Lago in Via Garibaldi, infine il b&b Il Pescatore in Via Sambuco a Iseo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento