social

Orgoglio nostrano: 5 oli extravergine bresciani tra i migliori d'Italia

Ci sono anche 5 produttori bresciani tra i 110 finalisti del concorso nazionale Ercole Olivario: le aziende in gara, sabato 22 maggio la premiazione

Le olive del Garda raccolte alla coop La Verità - Foto © Bresciatoday.it

Orgoglio bresciano, e non poteva essere altrimenti: ci sono anche 5 etichette nostrane tra le 110 selezionate in tutta Italia per la finalissima della 29ma edizione del concorso nazionale Ercole Olivario per il migliori oli extravergini del Paese, in cui verranno consegnati i celebri “Tempietti” di Ercole Olivario. La premiazione è in programma per sabato 22 maggio, dalle 10.30 a Perugia al Centro congressi della Camera di commercio dell'Umbria: per gli appassionati, verrà trasmessa in diretta anche sui canali social del premio nazionale (su Facebook e Youtube).

Pillole di concorso: 110 gli oli finalisti

Pillole di concorso: come detto sono 110 gli oli arrivati in finale, dopo essere stati selezionati durante le sessioni di assaggio regionali. Gli oli finalisti sono gli ambasciatori dell'olio extravergine di qualità, in rappresentanza di 16 regioni d'Italia e così distribuiti: 7 oli evo in Abruzzo, 3 in Basilicata, 6 in Calabria, 7 in Campania, 2 in Emilia Romagna, 12 nel Lazio, 6 dalla Liguria, 5 dalla Lombardia (tutti bresciani), 1 nelle Marche, 10 dalla Puglia, 9 in Sardegna, 10 in Sicilia, 11 in Toscana, 5 in Trentino Alto Adige, 12 in Umbria e 4 in Veneto.

I riconoscimenti del premio Ercole Olivario

Tutte le etichette sono state selezionate e valutate dalla giuria nazionale, un panel di esperti capitanato da Alfredo Marasciulo e composto da 16 degustatori professionisti provenienti da tutte le regioni partecipanti al concorso. In questa 29ma edizione, oltre al tradizionale riconoscimento ai primi classificati di entrambe le categorie in gara (Dop/Igp e Extravergine) per le tipologie fruttato leggero, fruttato medio e fruttato intenso, per la prima volta saranno assegnate due nuove menzioni di merito: “Impresa Donna”, alle migliori imprese in rosa; “Impresa Digital Communication”, alla realtà aziendale che più si è contraddistinta per lo sviluppo della cultura digitale. 

A questi si aggiungono, ancora, altri riconoscimenti: la menzione speciale “Olio biologico”, la menzione “Olio monocultivar”, il premio speciale “Amphora Olearia”, la menzione di merito “Giovane imprenditore”, il premio “Leikithos”, dedicato alla memoria di Giorgio Phellas.

Le aziende bresciane in gara

Per concludere, vediamo quali sono le aziende bresciane che si sono meritate la finalissima (e si giocheranno uno degli ambiti riconoscimenti):

  • Cooperativa Agr. San Felice del Benaco con l’olio e.v.o. Verità Dop Garda - Bresciano,
  • Az. Agricola Novello Cavazza (Manerba del Garda) di Alessandra Cavazza con l’olio e.v.o. Cavazza Garda Dop,
  • Azienda San Rocco Oleum (Soiano del Lago) con l’olio e.v.o. Oro del Sole Dop Garda - Bresciano,
  • Frantoio Manestrini (Soiano) con l’olio e.v.o. Frantoio Manestrini monocultivar casaliva,
  • Società Agr. Rocca Pietro e Rita (Salò) con l’olio e.v.o. Rocca Garda Dop.  
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orgoglio nostrano: 5 oli extravergine bresciani tra i migliori d'Italia

BresciaToday è in caricamento