Lunedì, 14 Giugno 2021
social

Una miniera sommersa, ritrovata dopo 70 anni: storica scoperta a Pisogne

Incredibile scoperta a Pisogne: il Gruppo Speleo Montorfano ha ritrovato un'antica miniera “sommersa” ormai da decine di anni

Una miniera nascosta, sommersa dai detriti che l'hanno occultata alla vista per decenni, forse quasi 70 anni: è stata scoperta, anzi ritrovata, dagli appassionati del Gruppo Speleo Montorfano guidati da Franco Di Prizio. La miniera “segreta” si trova in territorio di Pisogne, in un terreno privato. “Con i miei ragazzi siamo costantemente impegnati nel catalogare e cercare le miniere esistenti – ha spiegato Di Prizio a Il Giorno – e questa volta abbiamo fatto un ritrovamento incredibile”.

“A metterci sulle tracce di questa miniera, nella zona alta del paese e riconosciuta sulle mappe antiche, sono stati due degli ultimi minatori di Pontasio: Bepi Staffoni ed Ernesto Picinelli, che ce ne hanno parlato alcuni anni fa”.

Il ritrovamento della miniera sommersa

Il lavoro di ricerca ed esplorazione è proseguito per mesi, ovviamente in accordo con il proprietario del terreno. Sulla base delle testimonianze dei due minatori, la morfologia del terreno, le mappe a loro disposizione, gli esploratori del Gruppo Speleo Montorfano hanno così ritrovato l'ingresso. Missione compiuta, anche se è soltanto l'inizio. 

I moderni minatori hanno infatti individuato l'ingresso, hanno scavato quanto basta e una volta (ri)aperta vi hanno posizionato un grosso tubo (come testimoniato su Facebook) così da evitare un eventuale e pericoloso crollo. 

Fatto questo, si sono subito rimboccati le maniche e hanno continuato a esplorare, percorrendo circa mezzo chilometro sottoterra “dove abbiamo incontrato e aggirato tre crolli”, dice ancora Di Prizio. La location della miniera, almeno per ora, rimane top secret per scongiurare le visite dei curiosi. In ogni caso l'accesso è bloccato da un cancello.

Il Gruppo Speleo Montorfano

Il Gruppo Speleo Montorfano prende forma dall'inizio degli anni Ottanta, su iniziativa di Franco Di Prizio, Paolo Messali, Sergio Lupatini e Piero Biasutti: quattro amici che condividevano la passione per la montagna, intrigati dagli aspetti scientifici e dalla speleologia, ovvero lo studio e l'esplorazione delle grotte. 

Il Gruppo vero e proprio nasce ufficialmente nella metà degli anni Novanta, oggi riconosciuto dalla sezione Cai (Club alpino italiano) di Coccaglio. Al di là delle esplorazioni scientifiche, il gruppo promuove escursioni e visite guidate: per informazioni 389 1526891 oppure info@gruppospeleomontorfano.info.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una miniera sommersa, ritrovata dopo 70 anni: storica scoperta a Pisogne

BresciaToday è in caricamento