rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
social Palazzolo sull'Oglio

Ponte a rischio, demolito e ricostruito: 18 milioni di euro e 2 anni di lavori

Presentato il cronoprogramma per la realizzazione del nuovo viadotto

Entro un anno (e qualche mese) la progettazione, prima definitiva e poi esecutiva: entro la fine del 2023 l'appalto dei lavori, che prenderanno il via quasi subito. Il cantiere sarà dunque allestito all'inizio del 2024: collaudo e inaugurazione previsti per la primavera del 2026. E' questo il cronoprogramma dei lavori per il nuovo ponte di Palazzolo sull'Oglio, sulla Strada provinciale 573, che andrà a sostituire l'attuale struttura (che attraversa il fiume) costruita negli anni Sessanta e che è ormai sotto i riflettori dal 2018.

Un ponte da 18 milioni

E' in quel periodo, a poche settimane dal crollo del ponte Morandi di Genova, che vennero effettuati sopralluoghi e verifiche in tutta la provincia: anche a Palazzolo, dove appunto vennero riscontrate alcune criticità di tipo strutturale, che portarono nell'immediato al divieto di transito per i mezzi pesanti con stazza superiore alle 25 tonnellate. Le ultime analisi sul traffico hanno confermato il passaggio di circa 15mila veicoli al giorno.
Il nuovo ponte costerà circa 18 milioni di euro, interamente finanziato da fondi ministeriali: di questi 17 milioni saranno per la realizzazione dell'opera, e poco meno di un milione per abbattere il ponte esistente (che di fatto sarà demolito e ricostruito). Per ridurre al minimo i disagi, il viadotto esistente non sarà abbattuto finché non sarà costruito il nuovo: i lavori di demolizione dovrebbero quindi prendere il via entro le prime settimane del 2026.

I dettagli del progetto

La maxi-opera sarà progettata dalla Provincia di Brescia, che ha competenza sulla tratta, e dalla Centropadane srl, una società in house providing controllata dalle Province di Brescia e Cremona e specializzata anche in studi di fattibilità tecnico-economica e progettazioni definitive ed esecutive.

Sul fronte progettuale, il nuovo ponte sarà di tipo “strallato estradossato”, ovvero un ponte sospeso nel quale l'impalcato è retto da una serie di cavi (appunto, gli stralli) ancorati a piloni di sostegno. Avrà una lunghezza complessiva di almeno 240 metri, largo 14 metri e mezzo con ampia carreggiata (a due corsie di marcia) e altrettanto ampie corsie pedonali e ciclopedonali su entrambi i lati: la campata principale sarà infine di 100 metri. E' un collegamento fondamentale per Palazzolo e dintorni: la Sp573 è infatti la Strada provinciale che porta la cittadina bresciana fino alla provincia di Bergamo. Una volta progettato e appaltato, per il nuovo viadotto ci vorranno due anni di lavori. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte a rischio, demolito e ricostruito: 18 milioni di euro e 2 anni di lavori

BresciaToday è in caricamento