Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Beccati su Facebook mentre scappano da scuola: "Fatevi avanti che è meglio"

Il video (virale) che ritrae 5 ragazzini nel giardino dell'asilo di San Giuseppe ha sortito il suo effetto: si sono già "costituiti" in Comune per chiedere scusa

 

Il video è già virale, inevitabilmente: è stato pubblicato prima sulla pagina Facebook “Sei di Palazzolo se” e poi addirittura ripreso, solo poco dopo, anche sulla pagina istituzionale del Comune. Il filmato dura poco più di una ventina di secondi, e anche se a debita distanza inquadra un gruppetto di ragazzi che nel tardo pomeriggio di domenica (quando la scuola materna era ovviamente chiusa) si sono illecitamente introdotti negli spazi esterni dell'asilo San Giuseppe. La buona notizia è che i 5 minorenni immortalati - di età compresa tra i 13 e i 14 anni - si sono già presentati spontaneamente in municipio, per chiedere scusa.

Ragazzini in municipio: capitolo chiuso

La cosa dovrebbe concludersi qui, con una (meritata) ramanzina, oltre che dai genitori, anche da parte del sindaco Gabriele Zanni e dal comandante della Polizia Locale, che li hanno incontrati personalmente. Dagli accertamenti, infatti, è emerso che all'interno non è stato rubato niente, né ci sono stati danneggiamenti: i cinque giovanissimi si sarebbero introdotti nel giardino dell'asilo approfittando - così pare - di un cancellino rimasto aperto.

Dunque nessun episodio di vandalismo, anche se l'attenzione rimane alta: nelle ultime settimane, in fatti, in tutto il quartiere i residenti hanno segnalato (e non solo su Facebook) una vasta gamma di atti vandalici, ma che non sarebbero riconducibili ai ragazzini che invece si sono "costituiti".

L'appello del Comune pubblicato su Facebook

Lo hanno fatto in risposta all'appello pubblicato dal Comune direttamente sulla pagina Facebook istituzionale: "Sono in corso le verifiche da parte della Polizia Locale, con le telecamere di videosorveglianza presenti in loco, per giungere all'identificazione dei ragazzi che domenica si sono introdotti indebitamente nella scuola di San Giuseppe”.

“Un comportamento non tollerabile – si legge ancora nel post – che può integrare gli estremi di una violazione di carattere penale. Per questo si consiglia agli interessati e ai loro genitori di farsi avanti spontaneamente al comando di Polizia Locale, così da evitare di aggravare ulteriormente la loro posizione”. Si attendevano rapidi sviluppi, e sono arrivati: capitolo chiuso, almeno per ora.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BresciaToday è in caricamento