Olimpiadi, fondi per 1 miliardo: a Brescia opere per oltre 100 milioni di euro

Dai lavori alla Statale 42 fino all'ampliamento della Ss39, passando per le nuove gallerie di Ponte di Legno e Tonale: tutte le opere in programma per le Olimpiadi invernali

Ammonta a più di un miliardo di euro la cifra “monstre” messa in campo dal Governo e dalla Regione per le Olimpiadi invernali Milano-Cortina del 2026: lo Stato centrale impegnerà 473 milioni, mentre il Pirellone – con il suo “Piano Lombardia” – ne servirà sul piatto altri 574. Circa un decimo della cifra totale, più di 100 milioni, sarà messa a disposizione del territorio bresciano per importanti interventi in Valle Camonica.

Un intervento da 60 milioni sulla Ss42

Nel dettaglio, circa 60 milioni saranno investiti per il sostanzioso potenziamento della Strada Statale 42 che da Edolo arriva sia a Ponte di Legno e al Tonale che a Corteno Golgi e all'Aprica: il progetto è già in corso d'opera (si attende la fase definitiva dell'iter) e prevede di realizzare una vera e propria variante, che permetterà agli automobilisti di evitare i paesi e soprattutto la celeberrima galleria, dove non mancano mai le code (sia in estate che in inverno, ogni fine settimana).

Sulla strada dell'Aprica 25 milioni di euro

La seconda opera, almeno in termini di investimenti, riguarda il completo rifacimento della Statale 39 (dell'Aprica): l'idea è quella di ampliare la sede stradale e le carreggiate lungo tutta la tratta, per quasi 30 chilometri, a partire da Edolo fino ad arrivare, appunto, all'Aprica (e in Valtellina). In tutto serviranno circa 25 milioni di euro.

Doppia galleria a Ponte di Legno e Tonale

Vale invece 20 milioni di euro, infine, il doppio intervento programmato nell'area di Ponte di Legno e Tonale: in questo caso si prevede la realizzazione di due gallerie artificiali a servizio sia delle auto che degli sciatori. La prima partirà praticamente dalle piste da sci, fino ad arrivare (quasi) in paese; la seconda invece interesserà la Ss42, che per un breve tratto sarà interrata, permettendo agli sciatori di attraversarla a piedi (da sopra), ancora sulla neve.

I fondi dello Stato (473 milioni di euro) permetteranno di finanziare “opere essenziali” definite “connesse” e “di contesto”; con i 574 milioni della Regione s'interverrà invece “per il potenziamento infrastrutturale e per il miglioramento della mobilità di accesso alle zone interessate dall'evento”. “Le Olimpiadi sono un'occasione unica per realizzare interventi molto attesi dal territorio – spiega l'assessore regionale Claudia Terzi – L'obiettivo è efficientare la mobilità, in particolare sugli assi viari e ferroviari che conducono ai siti olimpici”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

Torna su
BresciaToday è in caricamento