social

Saldo nati/morti, un 2020 nefasto per Brescia: perse 1.491 persone

Circa 900 morti in più rispetto alla media storica, e un saldo naturale negativo pari a 1.491 unità: sono questi i drammatici dati demografici del Comune di Brescia per il 2020

C'è senza dubbio la sanguinaria scure del coronavirus nel drammatico bilancio demografico del Comune di Brescia per il 2020, reso noto in questi giorni dall'ufficio Anagrafe della Loggia sulla base dei dati Istat: sono 1.427 i nati nel corso dell'anno appena concluso e 2.918 i morti, circa 900 in più rispetto alla media storica, con un saldo naturale negativo pari a 1.491 unità. Più del doppio: è come se fosse scomparso un intero quartiere (o un piccolo paese di provincia).

La mortalità in eccesso coincide inevitabilmente con i morti accertati per Covid-19: come riferito dalla stessa Loggia in conferenza stampa, dal 1 marzo 2020 al 17 febbraio 2021 sono 707 i decessi per coronavirus, e di questi ben 662 (oltre il 93,63%) avevano più di 65 anni. L'età media dei deceduti è di 81,4 anni: purtroppo non ce n'era bisogno, ma il virus si conferma un killer spietato soprattutto tra le persone in età avanzata.

La popolazione residente in città

La popolazione residente in città (al 1 gennaio 2021) ammonta a 199.375 persone, di cui 104.261 femmine e 95.114 maschi: i cittadini stranieri sono 38.285, il 19,2%; quasi uno su cinque. L'età media è di 45,9 anni. Il saldo totale (la somma del saldo naturale più saldo migratorio e per altri motivi) è comunque negativo, ma di sole 116 unità: questo perché a fronte di 5.946 persone cancellate dall'anagrafe, la metà decedute, si contano 7.321 nuovi iscritti, in gran parte (5.238) per trasferimento da altri Comuni italiani o dall'estero (1.395).

Da dove provengono gli stranieri

Per quanto riguarda i cittadini stranieri, in città a Brescia sono presenti uomini e donne provenienti da 141 Paesi del mondo. Questi i Paesi d'origine più numerosi, in ordine alfabetico: 2.114 provenienti dall'Albania, 1.168 dal Bangladesh, 2.363 dall'Egitto, 1.736 dalle Filippine, 2.444 dall'India, 1.345 dal Marocco, 2.490 dalla Moldavia, 3.690 dal Pakistan, 2.537 dalla Repubblica popolare cinese, 4.958 dalla Romania, 1.115 dal Senegal, 1.840 dallo Sri Lanka, 3.010 dall'Ucraina.

I dati aggiornati sulla pandemia

Sul fronte della pandemia, da quando tutto è cominciato si sono registrati 9.454 positivi totali, di cui 7.967 guariti e come detto 707 decessi (il tasso di mortalità grezzo è del 7,48%): l'età media dei contagiati è di 50,6 anni. Gli attualmente positivi, invece, sono 871: di questi 815 sono in isolamento obbligatorio in casa o in altre strutture, dunque asintomatici o con pochi sintomi, e 56 (il 6,4%) ricoverati in ospedale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldo nati/morti, un 2020 nefasto per Brescia: perse 1.491 persone

BresciaToday è in caricamento