Sabato, 25 Settembre 2021
social Rodengo Saiano

Il food truck del "Pizzaiuolo on the road" sbarca in Franciacorta

La pizza gourmet abbinata alle bollicine Franciacorta

Pizza (gourmet) e Franciacorta, abbinamento perfetto: ne sono convinti alla cantina Mirabella di Rodengo Saiano, che in occasione del Festival Franciacorta in Cantina (in programma sabato 11 e domenica 12, sabato 18 e domenica 19 settembre) rilancia con una proposta unica nel suo genere, “Franciacorta e pizza d'autore”, in programma in tutte le quattro giornate. Il tour prevede visite guidate e degustazioni nel “salotto Mirabella” dei Franciacorta Edea Brut, Satèn e Rosè in formato magnum, accompagnati da due assaggi di pizza da lievito madre a lunghissima lievitazione della celebre Piccola Piedigrotta di Reggio Emilia. A prepararla, nel suo food truck, il talentuoso Giovanni Mandara, il pizzaiuolo on the road dalle solide radici campane (napoletano, come la sua pizza).

Gli altri eventi in cantina

Non solo: per il pubblico gourmet, sabato 18 settembre va in scena “Orto, brace e Franciacorta”, la cena sotto le stelle al profumo di brace con le delizie dell'orto e della fattoria de Il Colmetto. Lo chef Riccardo Scalvinoni e la sua brigata proporranno i loro formaggi di capra, 10 snack a chilometro zero e una sontuosa rib cotta alla brace. I piatti saranno accompagnati dai Franciacorta Satèn, Rosè e Demetra Millesimato 2015.

Infine, per gli enoappassionati più esigenti, la degustazione “Demetra in verticale” di sabato 11 e sabato 18. Nel caveau privato di Mirabella l'enologo Alessandro Schiavi guiderà gli avventori nell'assaggio del Franciacorta Demetra Millesimato, espressione genuina della vendemmia con 100% vini dell'annata e dosaggio extra brut. Saranno 5 i millesimi in degustazione, più un altro ancora sui lieviti e sboccato “à la volée”.

Tutti gli appuntamenti, ricordiamo, sono solo su prenotazione: posti limitati, per informazioni si può cliccare su visit.mirabellafranciacorta.it oppure telefonare allo 030 611197. 

La storia di Mirabella

La storia di Mirabella comincia nel lontano 1979, quando l'enologo pavese Teresio Schiavi realizzò in Franciacorta il sogno di spumantizzare il Pinot bianco. Dopo più di 40 anni, il vitigno continua a rappresentare un vanto per questa realtà familiare nella quale oggi operano con entusiasmo anche Alessandro e Alberto Schiavi, enologi come il padre. Il nome “Mirabella” deriva dalla località dove fu piantata la prima vigna aziendale: oggi conta su 45 ettari di vigneto bio (di cui una porzione che risale addirittura ai primi anni Ottanta), fermentazioni malolattiche totali e rifermentazioni lunghe nella cantina sotterranea, circondata da un torrente ipogeo, perfino vasche in cemento datate 1942, un vero monumento all'arte del vino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il food truck del "Pizzaiuolo on the road" sbarca in Franciacorta

BresciaToday è in caricamento