menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Cono o coppetta? Le migliori gelaterie bresciane per il Gambero Rosso

Sono nove gli indirizzi bresciani inseriti nella prestigiosa guida alle Gelaterie d'Italia del Gambero Rosso, edizione 2020

Nessun bresciano raggiunge la vetta, il massimo riconoscimento dei Tre Coni, ma le gelaterie in graduatoria da sette diventano nove: è stata presentata in anteprima al Sigep di Rimini la quarta edizione della guida Gelaterie d'Italia del Gambero Rosso, il volume (che sarà disponibile in primavera, sia online che cartaceo) che raccoglie il meglio della gelateria italiana di qualità, con 400 indirizzi e una mappa completa dal Nord al Sud Italia.

“Una fotografia attenta – fanno sapere dal Gambero – che osserva i migliori indirizzi italiani dedicati al 'sottozero”, intercetta nuove tendenze e sensibilità di quella fetta sempre più ampia di gelatieri che ha scelto un approccio di studio, ricerca, sperimentazione e confronto, senza tralasciare l'attenzione all'ambiente e alla sostenibilità”.

Le migliori gelaterie bresciane

Come detto sono nove gli indirizzi bresciani inseriti nella guida 2020, ma nessuno di questo raggiunge il top. La Lombardia, invece, si difende bene: sono undici le botteghe dei mastri gelatieri che in tutta la regione si meritano i Tre Coni, il massimo del punteggio, facendo così del nostro territorio il più rappresentato della penisola.

Sono sei le gelaterie bresciane che hanno raggiunto, comunque, il prestigioso riconoscimento dei Due Coni: quattro in città e due in provincia. Nel dettaglio, a Brescia si segnalano Alimento in Via Agostino Gallo, Bedussi in Via Crocifissa di Rosa, Possi Gelatieri in Via Triumplina, Gelateria Ribera in Via XX Settembre. Questi invece i due indirizzi di provincia: Ciocolat a Toscolano Maderno e Gelateria Mille a Verolanuova. 

Le altre gelaterie in classifica

A completare la graduatoria bresciana ci sono altre tre gelaterie, tutte in provincia e due sul lago di Garda, che hanno raggiunto il riconoscimento di Un Cono: tra queste la new entry di Vassalli, a Polpenazze, e poi le conferme de La Bottega del Gelato di Leno e La Casa del Dolce di Salò.

Comunque vada, è il gusto che vince sempre: “Dentro a un buon gelato – chiosano gli esperti del Gambero – c'è la ricchezza del patrimonio agroalimentare italiano e dei suoi produttori. Senza dimenticare che grazie alla crescente attenzione per la qualità degli ingredienti e alle tecniche di lavorazione del gelato, in molti hanno ripensato i gusti classici della tradizione, riproponendoli ai massimi livelli”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento