rotate-mobile
social Lonato del Garda

Un bresciano alla "Scala del calcio": così Mattia Zanotti ha esordito a San Siro

A qualche giorno dal suo esordio, le parole di Mattia Zanotti

Ai primi di ottobre il suo primo contratto da professionista, domenica scorsa la discesa in campo dopo un paio di convocazioni in cui era rimasto in panchina: è la (bella) favola di Mattia Zanotti, esterno classe 2003 cresciuto nel settore giovanile nerazzurro e originario di Lonato del Garda. E' la stessa società a definire “ciliegina” il suo debutto nel 4 a 0 rifilato dall'Inter al Cagliari: Zanotti è entrato in campo sulla destra al minuto 83, sulla destra al posto di Perisic, e gli addetti ai lavori riferiscono di come si sia trovato subito nel vivo del gioco, offrendo pure una gran palla a Sanchez (sulla quale l'attaccante ha centrato in pieno la traversa). 

Niente male per la prima uscita alla “Scala del calcio”, lo stadio di San Siro: il suo esordio ha raccolto il plauso anche di Javier Zanetti, storico capitano nerazzurro (oggi dirigente) e tra l'altro anche lui terzino. Che sia un segno del destino? In fondo anche i cognomi si assomigliano parecchio, cambia soltanto una vocale..

Le parole di Zanotti dopo l'esordio

“Non ci sono parole per raccontare questa serata – le parole di Zanotti nel post-partita – Ringrazio il mister e i compagni per l'opportunità che mi è stata data. Debuttare così, a San Siro, è stato ancora più bello. Il mio idolo è sempre stato Zanetti: ovviamente non posso fare paragoni, ma è stato semplicemente bello scendere in campo con questa maglia. La serata è stata magnifica, indipendentemente dall'assist per Sanchez: certo, avesse segnato sul mio passaggio..”.

Le radici sono importanti per il giovane bresciano: “Dedico il mio esordio alla mia famiglia, alla mia ragazza e ai miei amici. Quando sono sceso in campo ho pensato a tutte le persone che mi sono state vicine, prima al Brescia e poi all'Inter. Ringrazio tutti, davvero”. E su mister Simone Inzaghi: “Prima di entrare mi ha detto di stare tranquillo e di fare il mio”.

Pillole di carriera: dal Brescia all'Inter

Mattia Zanotti, dicevamo, ha firmato il suo primo contratto da professionista a ottobre: ora è legato all'Inter fino al 30 giugno del 2025. Classe 2003, è nato l'11 gennaio: il suo ruolo naturale è da terzino destro, ma non disdegna anche il centrocampo (sempre sulla stessa fascia). Indossa la casacca dell'Inter dall'estate del 2019, passato dalle giovanili all'Under 17 e poi all'Under 18 e 19, fino alla prima squadra. Con un pizzico di orgoglio, è bene ricordare che il suo cammino è cominciato indossando la maglia delle Rondinelle: risale al 2017 il suo esordio nelle giovanili del Brescia Calcio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un bresciano alla "Scala del calcio": così Mattia Zanotti ha esordito a San Siro

BresciaToday è in caricamento