rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024

Light is Life, conto alla rovescia: Brescia s'illumina per la Capitale della Cultura

E' scattato ormai il conto alla rovescia per Light is Life. La manifestazione si tiene a Brescia dal 10 al 19 febbraio

Il countdown è d'obbligo, non manca molto: "Light is Life", la Festa delle luci di A2A sarà inaugurata in Piazza Loggia a Brescia il 10 febbraio prossimo (con uno special guest d'eccezione: il campione olimpico Marcell Jacobs, presenta Neri Marcorè), e il 17 febbraio a Bergamo. Presentato lo scorso autunno, Light is Life è il grande evento organizzato da A2A nell'ambito delle manifestazioni in calendario per Bergamo Brescia Capitale italiana della Cultura 2023. Le due città diventeranno vere e proprie gallerie d'arte a cielo aperto, grazie alla presenze delle "opere di luce" che 17 artisti di ogni parte del mondo hanno scelto per animare i luoghi simbolo delle capitali italiane della cultura.

"Light is Life"

L'evento bresciano, organizzato in collaborazione con il Comune e Fondazione Brescia Musei, s'ispira all'esperienza di successo di Cidneon, il festival delle luci in scena nel triennio dal 2017 al 2019: coinvolgerà in primo luogo Piazza della Loggia, dove un suggestivo 3D mapping animerà Palazzo Loggia per tutta la durata della manifestazione (da venerdì 10 a domenica 26 febbraio). 

Il percorso proseguirà al Capitolium, dove è collocata la prima opera di luce: una scultura ispirata alla Vittoria Alata, rivisitata in chiave contemporanea, appositamente studiata per creare un dialogo di contrasti con le architetture classiche del luogo. Intitolata "Vittoria Trasfigurata", è una creazione inedita di Angelo Bonello.

La mappa dell'evento

Ma il vero cuore dell'evento sarà il castello, arroccato sul Cidneo, che al suo interno accoglierà ben 14 installazioni luminose. "Un mondo fantastico e onirico dove la luce e i colori saranno i protagonisti indiscussi della notte", fanno sapere da A2A: tra le opere che animano il Cidneo troviamo l'installazione "Hello Goodbye" di Marco Lodola, uno degli artisti contemporanei più celebri e influenti, un saluto ai marinai, ai viaggiatori, a chi se ne va lontano e chi torna.

Il castello accoglierà anche "Storie di luce", un progetto corale di opere luminose degli studenti delle accademie d'arte della città (Santa Giulia e Laba), in collaborazione con Cieli Vibranti sul tema "Risorgimento: una storia comune". Gli studenti raccoglieranno inoltre alcune testimonianze vocali che andranno a costituire l'opera "Le cose che non si possono dimenticare" (tra cui il Covid-19). 

Nel cortile del mastio è allestita invece "Remembering a Brave New World", dell'artista britannica Chila Kumari Burman: installazione site-specific in technicolor con un chiaro richiamo alla mitologia, a Bollywood, al femminismo, ai ricordi di famiglia. Angelo Bonello (che è direttore artistico del festival) porterà a Brescia altre due opere: "Big ballerina" e "Run Beyond". La luce toccherà infine anche il termoutilizzatore: la sua torre, progettata negli anni Novanta da Jorrit Tornqvist, sarà illuminata e avrà sulla sommità uno skylaser puntato verso il castello.

Orari e biglietti "saltafila"

L'inaugurazione, come detto, sarà venerdì 10 febbraio dalle 19 (in Piazza Loggia): quella sera sarà possibile visitare le opere d'arte a partire dalle 20 e fino alle 1. Gli altri giorni l'apertura della manifestazione sarà dalle 18 alle 24, e fino all'1 il venerdì, il sabato e il 15 febbraio (San Faustino). L'ingresso alla manifestazione è gratuito, a turni continui nel rispetto della capienza massima delle location: per il castello di Brescia è possibile acquistare un biglietto "saltafila" (8 euro intero, 6 euro ridotto per i bambini fino a 12 anni) sia sul portale di TicketOne che su festadellelucia2a.it. Il ricavato sarà devoluto al Banco dell'Energia, che sostiene le famiglie in difficoltà a causa della "povertà energetica".

Video popolari

Light is Life, conto alla rovescia: Brescia s'illumina per la Capitale della Cultura

BresciaToday è in caricamento