Ristoranti chiusi, ma alberghi aperti: la camera è gratis per chi si ferma a cena

La curiosa iniziativa dell'Hotel Trattoria Alessi di Desenzano del Garda: camera gratis per chi si ferma a dormire (e viceversa)

I tavolini esterni dell'Hotel Trattoria Alessi

L'ultimo Dpcm lo consente (più o meno) a chiare lettere, almeno per ora: gli alberghi possono restare aperti e i clienti degli stessi possono cenare (anche la sera) nel ristorante dell'hotel, purché si fermino a dormire. Parte allora da questo spiraglio legislativo l'iniziativa dell'Hotel Trattoria Alessi di Desenzano del Garda, storico locale in pieno centro storico che da qualche giorno ha lanciato una promozione, appunto, per la cena in hotel anche dopo le 18 – l'orario in cui i tavoli di bar e ristoranti devono sgomberare, per proseguire solo con l'asporto – per tutti i clienti che pernottano.

Camera offerta per chi si ferma a cena

In soldoni: se ti fermi a cena, la camera è offerta (o viceversa). Per capirci: 25 euro ciascuno cena più colazione più pernottamento in camera standard, 50 euro nella suite; 60 euro a testa menu degustazione (di lago o d'autunno, a base di funghi) con pernottamento in camera standard, 90 euro nella suite. L'invito è rivolto anche e soprattutto ai turisti vicini, da una notte (o un weekend) e via.ù

L'invito a turisti e giovani coppie

“Pensiamo a chi viene da Milano, da Brescia, oppure agli stessi gardesani, o alle giovani coppie – spiegano i gestori Nadia Alessi e Bruno Castrini – che magari vogliono farsi un giro a Desenzano, approfittando dei negozi aperti il sabato e la domenica, quando i centri commerciali sono chiusi, e che poi invece di tornare a casa scelgono di dormire in albergo, con la possibilità di cenare seduti a un tavolo”.

Tutto regolare, come detto, perché il Dpcm lo consente nel rispetto delle norme anti-contagio: “Abbiamo tavoli per massimo 4 persone, salvo nuclei familiari più numerosi”, dicono ancora Nadia e Bruno (uniti nel lavoro e nella vita: sono marito e moglie). Per il sabato in arrivo si contano già una trentina di prenotazioni, circa il 40% dei posti letto disponibili (che sono 75).

Meno 50% di turisti in meno causa Covid

L'iniziativa ad oggi è un unicum a Desenzano, e proprio per questo è già in corso una fruttuosa collaborazione con altri alberghi della città che sono ancora aperti, come l'hotel Piccola Vela e l'hotel Nazionale solo per citarne un paio, che alla sera dirottano i clienti da Alessi per le cene d'asporto (comunque consentite dal Dpcm, ricordiamo, fino alle 23). E' forse l'ultima occasione per una sferzata di turisti a Desenzano, in vista delle (probabili) nuove restrizioni: quest'anno, in attesa dei dati definitivi, si stima un calo complessivo delle presenze vicino al 50%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

Torna su
BresciaToday è in caricamento