rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
social Iseo

Sarà un'esperienza da sogno: sul lago una "infinity pool" d'acqua calda

Un'esperienza da non perdere, in arrivo (forse) già il prossimo anno

In gergo tecnico è chiamata infinity pool, o piscina a sfioro: ma questa ha una particolarità in più, in quanto sarà direttamente affacciata (e collegata) sulle chiare acque del Sebino. E' il nuovo progetto dell'hotel Araba Fenice di Pilzone, frazione di Iseo, inaugurato più di un secolo e mezzo fa e oggi aperto dalla primavera ad ottobre e considerato uno dei quattro stelle più prestigiosi della zona. 

La nuova infinity pool del Sebino

“Dopo l'ampliamento della terrazza a lago, già inaugurata e fruibile – ha dichiarato Alessandro Ropelato, amministratore dell'hotel, al Giornale di Brescia – verrà realizzata un'area benessere che comprende un solarium con piscina, una nuova edificazione su palafitte che consiste in 650 metri quadrati di superficie”.

Come detto sarà una infinity pool, a sfioro sul lago, con acqua calda e quindi utilizzabile tutto l'anno. Il progetto è già stato approvato dall'Autorità di Bacino e dalla Soprintendenza: i lavori dovrebbero cominciare il prossimo autunno, quando l'albergo chiuderà i battenti per la stagione invernale.

L'hotel Araba Fenice di Pilzone

L'hotel Araba Fenice conta 33 camere su due piani, tra cui suite con vista lago, spa privata e idromassaggio in camera, oltre a una dependance con altre 6 camere. E' inoltre attrezzato con american bar, piscina panoramica, spiaggia privata vista lago con piscinetta idromassaggio: non da meno il celebre ristorante Bella Iseo, con gestione autonoma a cura della società “Aglio e Oglio”. L'albergo è riconosciuto come Bike Hotel e ha da poco ricevuto anche la certificazione di Hotel Green.

Una storia che comincia da lontano

Una storia che comincia da lontano. Nei documenti ufficiali il nome dell'albergo Araba Fenice compare per la prima volta nel 1841 e successivamente nel periodo del Risorgimento italiano, quale sede di riunioni patriottiche nel 1848. A pochi caseggiati di distanza, infatti, una lapide dettata dallo storico Gabriele Rosa testimonia che proprio in questa località sventolò il primo segno della “Rivoluzione lombarda”. 
L'hotel ha vissuto il suo massimo splendore negli anni '20 e '30 del Novecento, luogo di ritrovo dell'aristocrazia bresciana, ospitando anche una sala con tavoli da gioco e casinò. Verso la fine della Seconda guerra mondiale si vocifera di un possibile incontro segreto, avvenuto nel salone dell'hotel, tra Benito Mussolini e Winston Churchill.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarà un'esperienza da sogno: sul lago una "infinity pool" d'acqua calda

BresciaToday è in caricamento