social Ospitaletto

Gnutti Transfer: nel 2022 fatturato a 57,8 milioni, utili per 3,8 milioni di euro

Fatturato ancora in crescita, così come l'utile netto

Annata memorabile per la Gnutti Transfer di Ospitaletto, specializzata nella produzione di macchine transfer - ovvero per il trasferimento automatico dei pezzi in lavorazione, settore Ateco: fabbricazione di macchine per la formatura dei metalli e di altre macchine utensili - che ha chiuso il 2022 con un fatturato ancora in crescita rispetto all'anno precedente, fissato a quota 57,8 milioni di euro (oltre 53 milioni nel 2021), margine operativo lordo (ebitda) a 11,6 milioni, utile netto per 3,8 milioni di euro. 

Storia e numeri della Gnutti Transfer

Sono i numeri contenuti nella relazione di bilancio 2022 resi noti dal Giornale di Brescia. L'azienda è un pezzo di storia dell'industria bresciana: fondata nel 1955 con l'intenzione di fungere da officina di servizio per la capofila Trafilerie Carlo Gnutti, la Gnutti Transfer impiegò pochi mesi ad individuare nel mercato una propria vocazione autonoma. L'impresa cominciò quasi subito, infatti, l'attività di costruzione di torni automatici per la realizzazione di particolari di rubinetteria, affiancando a questi anche la produzione innovativa di macchine transfer, che ancora oggi è core business dell'azienda.

La Gnutti Transfer occupa in tutto 211 dipendenti: quartier generale come sempre in Via Ghidoni a Ospitaletto, ma sedi e filiali commerciali anche negli Stati Uniti (Gnutti North America), Germania (Gnutti GmbH) e Cina (Shangai GT Automation Equipment). I ricavi, che come detto sfiorano i 58 milioni di euro, si concentrano in particolare in Italia (33,3 milioni): 6,4 milioni le vendite in Europa, 19 milioni nel resto del mondo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gnutti Transfer: nel 2022 fatturato a 57,8 milioni, utili per 3,8 milioni di euro
BresciaToday è in caricamento