social

Caffè, aperitivi e sorrisi: a Gavardo ha aperto il "Non solo bar"

Porte aperte a Gavardo per il “Non solo bar”, il nuovo locale del centro sportivo: sarà gestito dalla cooperativa sociale Cogess

E' stato ufficialmente inaugurato il nuovo “Non solo bar” al centro sportivo di Gavardo: sarà gestito dalla cooperativa Cogess nell'ambito del progetto Labis, il Laboratorio di inclusione sociale che da anni vede attive persone con disabilità, provenienti da tutta la Valsabbia, nell'accoglienza ristorativa e turistica. Celebri in tal senso le esperienze del Cogess Bar e dell'ostello sociale Casa Maer, entrambi a Lavenone. 

La nuova collaborazione nasce dall'unione di intenti tra Cogess e amministrazione comunale, anche a seguito di due bandi andati deserti nel corso del 2020. Il “Non solo bar” ora si pone l'obiettivo di “diventare punto di riferimento per chi vuole degustare in compagnia una buona colazione, un pranzo o un aperitivo, ma con un tocco umano in più”.

Enogastronomia di qualità (e a km zero)

La concessione è stata affidata per due anni, con un canone di 500 euro al mese: il bar, oltre a proporre un'offerta enogastronomica di qualità con prodotti del territorio, perseguirà un progetto più ampio “dove i capisaldi saranno l'inclusione sociale e le collaborazioni con le tante associazioni e i gavardesi”. Sarà al servizio delle società che vivono il centro sportivo, e di questi tempi anche per i tanti frequentatori dell'hub vaccinale, allestito nel vicino palatenda. Il nuovo esercizio entra inoltre a far parte dell'associazione Brescia Buona.

Aperto tutti i giorni, dal lunedì alla domenica

Attualmente la chiusura è prevista per le 22, causa coprifuoco: ma non appena sarà possibile gli orari di apertura si estenderanno a quelli del centro sportivo, ovvero dalle 8 alle 23 e dal lunedì alla domenica. Il locale è stato rimesso a nuovo: il Comune è intervenuto sugli impianti idraulici ed elettrici, il Cai (a titolo volontario) ha realizzato alcuni lavoretti, la Cogess ha invece investito per il bancone, gli arredi e la nuova cucina (e quanto speso sarà stornato dall'affitto). 

Caffè e aperitivi, ma con un sorriso in più: “E' il coronamento di un percorso – spiega l'assessore allo Sport Angelo Bettinzoli – che si amplia alla possibilità di sviluppare un progetto sociale che siamo ben lieti di sostenere, e che in convenzione con i Servizi sociali permetterà l'inserimento anche di persone in difficoltà di Gavardo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caffè, aperitivi e sorrisi: a Gavardo ha aperto il "Non solo bar"

BresciaToday è in caricamento