La nuova vita dell'ex casinò: è Palazzo Wimmer, una perla affacciata sul lago

Annunciato il primo evento all'ex casinò di Gardone Riviera, in attesa dell'inaugurazione (probabilmente in primavera): tutta la storia

Ex casinò di Gardone Riviera

Una storia gloriosa, un fascino intramontabile: l'ex casinò di Gardone Riviera rinasce come Palazzo Wimmer, intitolato a Luigi Wimmer, ingegnere nato a Retz e morto proprio a Gardone (a soli 41 anni) e che fu tra i primi a “pensare” e inaugurare un albergo in senso moderno. Alla fine dell'Ottocento fu una sorta di primo passo verso la trasformazione in ambito turistico della piccola località del lago di Garda, all'epoca - come riporta Wikipedia - terra di "pescatori, contadini e carbonai".

Il progetto e i lavori di riqualificazione

L'intitolazione è la fase finale di un lungo percorso di restauro e riqualificazione, avviato ormai qualche anno fa: dal 2015 ad oggi sono stati spesi più di 1,1 milioni di euro. In queste settimane si sono concluse le ultime opere edili, si proseguirà nei prossimi mesi con i consueti ultimi ritocchi, arredi e impiantistica e altro, fino ad arrivare all'inaugurazione ufficiale, forse già la prossima primavera.

Il primo evento nel palazzo restaurato

“L'ex casinò di Gardone – fa sapere Il Vittoriale degli Italiani – diventerà Palazzo Wimmer, in onore del pioniere del turismo gardesano, proprietario di Villa Cargnacco, acquistata mezzo secolo dopo da Gabriele D'Annunzio e trasformata nel complesso monumentale del Vittoriale”. In attesa di una programmazione più corposa, e di eventuali novità dalla pandemia in corso, il primo evento è già fissato per sabato 24 ottobre, dalle 21, con il concerto Opera Swing (ingresso gratuito ma solo su prenotazione, per info 0365 20470).

A fine mese era in programma anche l'iniziativa “Il Garda, da luogo di cura alla cura dei luoghi”, organizzata da Lago di Garda Sostenibile con la partecipazione del Comune, della Comunità del Garda, del Fai e dell'Ateneo di Salò: tutto rimandato, si legge in una nota, a seguito del Dpcm del 18 ottobre, e rinviato a data da definire, “probabilmente nella primavera del 2021”.

La storia più che secolare dell'ex casinò

La storia dell'ex casinò è ormai più che secolare: venne costruito in stile liberty nel 1909, e all'epoca funzionava come “Kurhaus” o “Kursaal”, cioè come locale pubblicato destinato all'intrattenimento di una clientela “di cura”. A questi tempi Gardone Riviera era già frequentata da turisti stranieri, provenienti da Germania, Inghilterra, Polonia e Russia per godere del clima mite e salutare del Garda. 

Da settembre a gennaio si tenevano varie manifestazioni, conferenze e concerti: la villa disponeva anche in un ampio parco (da oltre 40mila metri quadrati) e, al primo piano, di una sala da gioco che fu attiva fin dagli anni '10 del Novecento. Le attività del casinò vennero poi sospese su decisione di Benito Mussolini, e riattivate solo nel dopoguerra (dal 1945) ma per pochi mesi. Negli anni a seguire parte della struttura venne adibita a cinema, chiuso però dai primi anni 2000. Nell'ultimo decennio sono stati avviati i lavori di restauro e ristrutturazione, fino al Palazzo Wimmer di oggi. Nel frattempo continua la sua attività anche il Ristorante Casinò, affacciato direttamente sul lago.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Covid: 10 morti e 256 positivi, i nuovi contagi Comune per Comune

Torna su
BresciaToday è in caricamento