Giovedì, 18 Luglio 2024
social Botticino

Foja d’Or: c’è un vino bresciano tra i 16 migliori rossi del mondo

Il premio al Concours Mondial de Bruxelles

Il Foja d’Or dell’azienda vinicola Emilio Franzoni di Botticino è tra i 16 migliori vini al mondo: “Siamo entusiasti di annunciare – fanno sapere dalla cantina – che il nostro Botticino Doc Foja d’Or Riserva 2017 ha conquistato la Gran Medaglia d’Oro 2024 alla prestigiosa rassegna internazionale Concours Mondial de Bruxelles. Il nostro vino è tra i soli 16 al mondo ad aver ricevuto questo straordinario riconoscimento”. Il Concours ha appena celebrato la sua 31esima edizione a Guanajuato, in Messico, per la sezione dedicata ai vini rossi e bianchi. 

Tra i vincitori figurano vini provenienti da tutti e 5 i continenti, a partire dagli storici Paesi produttori di vino ma anche da sorprendenti underdog come Bolivia, Kazakistan, Libano e Perù. L’Italia ha vinto numerosi premi, con 15 Gran Medaglie d’Oro (è record) e 163 Medaglie d’Oro: il Foja d’Or di Botticino è stato premiato anche con il trofeo Rivelazione nazionale dedicato ai vini rossi.

Premiati 379 vini italiani

Più di 7.500 i vini bianchi e rossi in concorso, provenienti da 42 Paesi del mondo e selezionati e valutati da una giuria composta da esperti di 45 nazionalità diverse. Erano 1.203 i vini italiani iscritti, di cui 379 premiati con una medaglia (solo la Francia ha fatto meglio, con 4 medaglie in più): la Toscana è la più premiata con 65 medaglie, segue la Sicilia con 55. La Lombardia festeggia il 61% di premiati tra tutti i vini presentati, e due Rivelazioni nazionali: oltre al Foja d’Or anche il Marinele Bianco 2022 dell’azienda agricola Sant’Egidio di Sotto il Monte, provincia di Bergamo. La tradizionale cerimonia di premiazione dei vini italiani è in programma il prossimo 7 ottobre a Roma, con un successivo spin-off a Milano il 26 e il 27 dello stesso mese. 

Il Foja d’Or Riserva 2017

Il vino Foja d’Or Riserva 2017 (in vendita a 32 euro) è “un importante vino caldo, corposo e strutturato dal colore rosso rubino intenso”, fanno sapere da Franzoni: uvaggio al 45% Barbera, 30% Marzemino, 15% Sangiovese e 10% Schiava gentile, gradazione alcolica di 15,5 gradi, invecchia in botti di rovere di Slavonia e viene affinato per (almeno) altri 6 mesi in bottiglia. La vendemmia è tardiva ed eseguita rigorosamente a mano: è indicato con tutti i tipi di carne rossa, cacciagione e con formaggi stagionati e saporiti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foja d’Or: c’è un vino bresciano tra i 16 migliori rossi del mondo
BresciaToday è in caricamento