Meraviglie d’Italia, tornano "I Luoghi del Cuore": c’è anche il castello di Brescia

Al via la decima edizione de “I Luoghi del Cuore” del Fai, Fondo ambiente italiano: lo scorso anno raccolti più di 2 milioni di voti. L’invito è a segnalare le location più belle d’Italia

Foto instagram@momentsoflife2019

Il FAI Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo lancia la decima edizione del censimento “I Luoghi del Cuore” che si svolgerà dal 6 maggio al 15 dicembre 2020 e invita tutti i cittadini, nei piccoli borghi e nelle grandi città, nei paesi meno conosciuti e in quelli più noti, in Italia ma anche all’estero, a votare i luoghi italiani che amano di più e vorrebbero vedere tutelati e valorizzati. 

Dopo due mesi di isolamento, nella settimana in cui l’Italia timidamente riparte, anche il FAI entra in una nuova fase grazie all’avvio di questa grande campagna nazionale: un’opportunità per ciascuno di noi di esprimere finalmente, quasi fosse un urlo liberatorio, il sentimento appassionato che ci lega al Paese più bello del mondo, lo stesso di cui abbiamo tanto sentito la mancanza. Proprio ora, mentre i musei, i monumenti e i beni del FAI sono ancora necessariamente chiusi, possiamo continuare a prenderci cura, tutti insieme, del nostro territorio e dei suoi tesori.

La (bella) storia de “I Luoghi del Cuore”

Dal 2003, anno della sua prima edizione, “I Luoghi del Cuore” è stato eletto da milioni di cittadini a cassa di risonanza per far sentire la propria voce a favore di piccole e grandi bellezze da non dimenticare. I risultati ottenuti sono eccezionali, a dimostrazione della sua valenza sociale ma anche del suo essere strumento concreto e fattivo in grado di accendere i riflettori dell’opinione pubblica su luoghi da salvare, proteggere o semplicemente valorizzare perché poco noti e di contribuire in maniera significativa a cambiarne le sorti. 

Grazie alla partnership con Intesa Sanpaolo il FAI ha sostenuto e promosso ben 119 progetti di recupero e valorizzazione di luoghi d’arte e di natura in 19 regioni. Nelle nove edizioni realizzate sin qui, grazie a più di 7 milioni di voti ricevuti - di cui più di 2,2 milioni nell’ultima edizione del 2018 - è stato inoltre possibile costruire una mappatura unica e spontanea di oltre 37.000 luoghi dalle tipologie più varie, che interessano oltre l’80% dei Comuni italiani. 

Alcuni sono stati segnalati da una sola persona, per altri invece si sono mobilitate decine di migliaia di cittadini. E sono più di 800 gli straordinari comitati spontanei che si sono attivati per raccogliere voti, e che hanno perseguito con ineguagliabile tenacia l’obiettivo di offrire un’occasione di rinascita al loro “luogo del cuore”.

Le due classifiche speciali

Quest’anno il censimento si arricchisce di due classifiche speciali: la prima, “Italia sopra i 600 metri”, è dedicata ai luoghi cha appartengono alle aree interne montane del Paese (che coprono da sole il 54% del territorio nazionale); la seconda, “Luoghi storici della salute”, è relativa ai beni architettonici che hanno radici profonde nel nostro passato, e che oggi – a fronte dell’emergenza sanitaria – sono diventati valorosi presidi a tutela di tutti noi.

Fino a 50.000 euro per progetti di restauro

Come di consueto, i luoghi più votati verranno premiati (a fronte della presentazione di un progetto concreto) con 50mila, 40mila e 30mila euro, ai primi tre classificati, mentre il luogo più votato via web diventerà protagonista di un video promozionale realizzato a cura della Fondazione. Per i vincitori delle due classifiche speciali sono in palio complessivamente 20mila euro. Al termine del contest, Fai e Intesa Sanpaolo lanceranno infine il consueto bando per i luoghi che hanno attenuto almeno 2mila voti, e che potranno presentare alla Fondazione una richiesta di restauro o valorizzazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I luoghi del cuore in provincia di Brescia

E a Brescia come stiamo messi? Sono tantissimi i “luoghi del cuore” che caratterizzano la nostra provincia e i suoi abitanti. Ancora di più dopo questo lungo lockdown, e tutta la sofferenza che lo ha accompagnato. In prima linea c’è già il castello di Brescia, suggerito dall’attrice (bresciana) Camilla Filippi: “E’ il mio luogo del cuore – spiega – perché quando ero piccola e ci andavo mi immaginavo sempre protagonista di storie che si sviluppavano all’interno di quelle mura. Forse è anche per questo che ho scelto di fare l’attrice”. Basta un clic: sul sito web de “I Luoghi del Cuore” è possibile conoscere i luoghi del cuore di altre persone, e allo stesso tempo effettuare una propria segnalazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Un uomo e un ragazzo fanno sesso sul ciglio della strada: multa da 20.000 euro

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento