social Via Milano / Via Luciano Manara, 23

Don Fabio Corazzina verrà trasferito: scoppia la rabbia tra i fedeli

L'annuncio su Facebook di don Fabio

Don Fabio Corazzina lascerà la chiesa di Fiumicello, dove è parroco dal 2019, per essere trasferito a Camignone di Passirano entro la fine di agosto: è lo stesso prete ad annunciarlo con un post su Facebook da Gerusalemme, dove attualmente si trova (fino a giovedì) per un pellegrinaggio. "Domenica l'annuncio del mio incarico in una nuova esperienza di servizio alla chiesa, alle parrocchie e al bene comune", scrive Corazzina: "Vi abbraccio e ci si vede al ritorno, giovedì, per continuare il grest e per sistemare alcuni progetti avviati, per salutarci e dirci grazie".

Il trasferimento non pare un fulmine a ciel sereno, anzi. È da tempo che sul ruolo di Fabio Corazzina si sono levate delle nubi: a partire dalle sue numerose prese di posizione fino alla messa celebrata, lo scorso settembre, in tuta da ciclista e con la sciarpa arcobaleno. 

La lettera del vescovo

Tale circostanza aveva spinto il vescovo di Brescia, Pierantonio Tremolada, a scrivere una lettera: "Ho avuto occasione di osservare il video della celebrazione eucaristica da te presieduta a Mazara del Vallo - le parole del vescovo -. Sono rimasto sconcertato e rattristato: tu sai quanto io apprezzi la tua sensibilità per i temi sociali e la tua attenzione per i più poveri ed emarginati, ma in questo caso ti devo dire invece chiaramente che non condivido quanto hai fatto e che considero molto grave quanto avvenuto. Mi stupisce - rincara Tremolada - che tu non abbia pensato alle conseguenze di un simile atto, per altro intenzionalmente portato all'attenzione pubblica attraverso i social".

Le reazioni sui social

La notizia del trasferimento è stata accolta da una marea di messaggi di solidarietà, sia dal vivo che sulle bacheche social (al 27 giugno, quasi mille like e quasi 200 commenti). "Una scelta, quella dei piani alti - scrive Giulia Zambolin, medico e attivista del Partito Democratico - che lascia orfana la città di una delle sue figure più stimolanti. Apprezzo il tuo stile e ti ammiro sempre, perché riesci ad affrontare con serenità anche decisioni che, palesemente, sono volte ad allontanarti da un ambiente in cui quelli come te danno fastidio".

Le fa eco anche Pietro Bisinella, già sindaco di Leno e segretario provinciale del Pd: "Quello che hai fatto per la tua città, da Sant'Eufemia in poi (perché io ti conosco da lì), resterà sempre. Perché la semina è stata copiosa e accudita con pazienza e generosità. Non hai mai avuto paura delle sfide e di certo, anche stavolta, sarai all'altezza del compito assegnato". Dal quartiere Fiumicello le parole di Domenica: "Non si può fare a meno di pensare che il tuo agire e parlare non sia stato gradito a qualcuno e che questo ricollocamento abbia un che di punitivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Don Fabio Corazzina verrà trasferito: scoppia la rabbia tra i fedeli
BresciaToday è in caricamento