Venerdì, 24 Settembre 2021
social

Brescia mon amour: la Top 10 delle cose da vedere in città

Una gustosissima Top Ten

Prima del deflagrare pandemico avevamo raccontato le 10 cose da fare (quasi) ogni anno in tutta la provincia: poi le 10 cose da vedere, e ancora la Top Ten delle cose da non perdere sul lago di Garda (con un ulteriore aggiornamento estivo). Stavolta ci concentriamo, invece, sul capoluogo: ci affidiamo ancora a VisitBrescia, che ha raccolto la Top Ten (in realtà erano 12, ne abbiamo scelte 10) della cose da vedere a Brescia città.

Museo di Santa Giulia

Luogo di eccezionale rilevanza storico-artistica e principale museo della città, il Complesso di Santa Giulia è un vero scrigno di tesori. Dalla Croce di Desiderio del IX secolo, una delle più grandiose opere di oreficeria del mondo, agli incredibili affreschi del Coro delle Monache, dai resti delle antiche Domus romane ai meravigliosi interni della Basilica di San Salvatore, non stupisce che il Santa Giulia sia una delle attrattive più visitate di Brescia. Insieme all’area archeologica del Capitolium e al complesso monastico di San Salvatore il museo costituisce il sito Unesco nel cuore della Brixia Storica. È anche sede di importanti mostre temporanee.

Parco archeologico e Capitolium

Nel 2011 Brescia con il suo Parco archeologico romano è stata iscritta nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Il sito Unesco comprende l’area archeologica con Piazza del Foro, il Capitolium, il Santuario repubblicano, l’antico teatro, la Basilica romana e il complesso monumentale di San Salvatore – Santa Giulia. L’intera area è totalmente accessibile anche con realtà aumentata.

Castello di Brescia

Grande fortezza costruita sul Colle Cidneo tra il ‘300 e il ‘500 in posizione strategica con vista dominante sulla città, il Castello di Brescia è un luogo particolarmente caro ai bresciani. Meta preferita per rilassanti passeggiate nel verde circondati da scorci mozzafiato, il castello ospita il primo osservatorio astronomico pubblico d’Italia, i bellissimi plastici ferroviari e il Museo delle Armi Luigi Marzoli. Tanti gli eventi che si susseguono durante l’anno, come la rievocazione storica medievale, i  mercatini d’artigianato e il cinema all’aperto. Imperdibili le visite alle segrete insieme all’Associazione Speleologica Bresciana. Servito di comodo parcheggio, il castello è facilmente raggiungibile a piedi dal centro storico di Brescia con una camminata di 15 minuti circa.

  • Via del Castello – tel. +39 030 2977834/833

Biblioteca Queriniana

La più prestigiosa delle biblioteche bresciane prende il nome dal Cardinal Querini, che la fondò nel 1747 nella storica e ancora attuale sede all’interno del Palazzo Vescovile in via Mazzini. Da allora la Biblioteca Queriniana ha continuato ad arricchirsi e vanta oggi un patrimonio di oltre 500.000 opere tra cui 1.158 incunaboli, 8.386 cinquecentine e 10.000 manoscritti con magnifici esempi di codici miniati. Gravemente danneggiato nel corso della Seconda Guerra Mondiale, l’edificio fu in seguito ripristinato e adeguato verso una concezione moderna di biblioteca. L’intenso lavoro di conservazione ha permesso di preservare l’originaria solennità e mantenere la Biblioteca Queriniana come punto di riferimento per la cultura bresciana e non solo.

Piazza Paolo VI

Conosciuta anche come Piazza Duomo, Piazza Paolo VI racchiude gli edifici simbolo del potere civile e religioso della città medievale. Tra questi il Broletto, sede della Prefettura e di alcuni uffici comunali e delimitato dalla storica Torre del Pégol, e il Duomo Vecchio, raro esempio di architettura romanica a pianta circolare con splendide opere artistiche del Romanino, Moretto, Cossali. Al centro della piazza si erge il Duomo Nuovo, costruito a partire dal 1604 e completato nel 1825 dal Vantini.

Piazza Loggia

Caratterizzata da uno splendido connubio di stili diversi in cui emerge la chiara impronta veneziana, Piazza Loggia è uno dei cuori pulsanti di Brescia. Sul lato ovest la piazza è dominata da Palazzo Loggia, costruito fra il 1492 e il 1570 con contributi di Palladio e Sansovino e sede dell’amministrazione comunale. A est la Torre dell’Orologio con l’antico orologio astronomico segna lo snodarsi degli eleganti portici fulcro dello shopping in città. Di grande interesse sul versante sud (verso Piazza Vittoria) il Monte di Pietà, sulle cui facciate spiccano inserti lapidei di epoca romana.

Quartiere del Carmine

Articolato tra antichi vicoli e scorci sorprendenti e situato a pochi passi da Piazza Loggia, il Carmine è uno dei centri di riferimento per la movida giovanile. Servito dalla fermata della metropolitana San Faustino, il quartiere pullula di bellissime Chiese, edifici storici, osterie e piccoli locali per il dopo cena. Di giorno la zona è molto frequentata da studenti universitari.

Chiesa di San Francesco

Costruita nel ‘200 in un suggestivo incontro di vicoli storici, la Chiesa di San Francesco d’Assisi si presenta all’esterno con la sua facciata tardo-romanica e il grande rosone al centro. Le tre navate sono riccamente decorate da affreschi e negli altari laterali si ammirano importanti opere di Moretto e Romanino. Da visitare il chiostrino della Madonnina e l’elegante chiostro grande con colonnine in marmo rosso di Verona. La porta laterale a destra della facciata dà accesso al famoso presepe meccanico allestito dai frati francescani durante il periodo natalizio.

  • Via S. Francesco – tel. +39 030 2926701

Piazza Vittoria

Terza grande piazza di Brescia insieme a Piazza Loggia e Piazza Paolo VI, Piazza Vittoria si offre in tutta la sua vastità ponendosi come spazio ideale per una passeggiata a cielo aperto seppur immersi nel tessuto cittadino. Contraddistinta da un linguaggio architettonico austero e imponente di stampo fascista, sulla piazza si affacciano il Palazzo delle Poste e a ovest uno dei primi grattacieli d’Italia. Sul versante est e ovest due portici con attività commerciali creano un piacevole gioco di simmetrie.

Teatro Grande

Costruito nel 1810 in sostituzione dell’Accademia degli Erranti, il Teatro Grande è considerato uno dei più importanti teatro d’Italia. Di grande pregio la sala neoclassica con cinque ordini di palchi e loggette affrescate arricchite da stucchi e dorature. Alla magnificenza della sala centrale si aggiunge lo splendore del Ridotto, riccamente decorato da affreschi, stucchi dorati e specchi e tra i più pregevoli esempio di Rococò bresciano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia mon amour: la Top 10 delle cose da vedere in città

BresciaToday è in caricamento