rotate-mobile
social

Venduti per 23 milioni, salvi 241 lavoratori: così riapriranno 17 supermercati

Ormai è ufficiale, un affare da 23,7 milioni di euro: venduti 17 supermercati

Non che ormai ci fossero dubbi, ma con la firma del notaio bresciano Francesco Ambrosini – arrivata mercoledì mattina – è ufficiale e definitivo il trasferimento della proprietà dei 17 punti vendita al dettaglio (e di altri 4 immobili) alla reggiana Miluma srl, del gruppo Conad, da parte di L'Alco Spa. E' la naturale conclusione della procedura competitiva dell'8 novembre scorso, quando Conad – il primo player italiano nel settore della Gdo, la grande distribuzione organizzata – aveva concretizzato l'acquisizione degli immobili (per 13,6 milioni di euro) e dei punti vendita (per 10,1 milioni) per un prezzo complessivo di 23,7 milioni. 

Come previsto dall'accordo sottoscritto con le organizzazioni sindacali, sono 241 i posti di lavoro che saranno salvaguardati dall'operazione. L'acquisizione, fanno sapere gli addetti ai lavori, rappresenta un altro importante passo a conferma del piano e della proposta di concordato di L'Alco Spa, depositato il 5 ottobre scorso in Tribunale a Brescia, il cui ammontare debitorio è di circa 137 milioni di euro.

I professionisti intervenuti

Per la cronaca, L'Alco Spa è assistito per gli aspetti legali da MGG Avvocati, con il partner Nicola Maragna e gli associati Sara Laterza e Alessia Rocchetto, mentre per gli aspetti fiscali e finanziari sono intervenuti i commercialisti Gianluca Fantini e Simone Bradotti (partner di Fcb Associati): Miluma srl, gruppo Conad, è invece assistita dall'avvocato Vittorio Lupoli. Sul fronte dell'accordo sindacale, per L'Alco Spa è intervenuto lo studio Faini, mentre per la procedura è intervenuto Marco Gaviano. I commissari della procedura, nominati dal Tribunale di Brescia il 25 marzo 2021, sono infine i professionisti Valerio Galeri, Marco Vinti e Stefano Lancellotti, assistiti dall'avvocato Mauro Battistella, mentre l'attestatore del piano di concordato è il commercialista Davide Felappi.

Alla fine di novembre, ricordiamo, si era concluso anche il trasferimento della proprietà di 8 punti vendita all'ingrosso “Cash&Carry” da L'Alco Grandi Magazzini spa alla veronese Migross, che lo scorso 30 settembre si era aggiudicata il ramo d'azienda e gli immobili nella procedura competitiva del contratto preventivo. Il primo store bresciano, a Lonato, ha (ri)aperto i battenti lunedì 24 gennaio

I supermercati interessati

Ma quali sono, invece, i punti vendita ex L'Alco che sono stati acquisiti da Conad (e quindi riapriranno, probabilmente, con il nuovo marchio)? Sul totale di 17 supermercati, ben 14 sono in provincia di Brescia: a Barbarano di Salò, Bedizzole, Capriolo, Coccaglio, Cologne, Gambara, Manerba, Marone, Nuvolento, Rezzato, Rovato e Travagliato in provincia, poi in Via Cipro e in Via Vivanti in città. A questi si aggiungono gli store di Lovere, sul lago d'Iseo, di Chiuduno (ancora in provincia di Bergamo) e di Lodi Vecchio (in provincia di Lodi). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venduti per 23 milioni, salvi 241 lavoratori: così riapriranno 17 supermercati

BresciaToday è in caricamento