Martedì, 27 Luglio 2021
social

Ambiente: per soddisfare i consumi dei bresciani servono quasi 3 pianeti Terra

In Svizzera il WWF ha messo a disposizione un calcolatore di impronta ecologica: 38 domande interattive per sapere quante risorse consumiamo ogni anno

Per sopperire alle necessità di una famiglia bresciana composta da tre persone, due genitori e un bambino, servirebbero 2,99 pianeti Terra: quindi un overbooking di consumi, anche se ad esempio in casa si utilizzasse solo il pellet per riscaldarsi, oppure l'auto a Gpl per spostarsi, bassi consumi nell'acquisto dei vestiti e medi per l'acquisto degli alimentari.

E' questo quanto emerge dalle stime fornite dal “Calcolatore dell'impronta ecologica” promosso da WWF Svizzera, un test interattivo (che si compone di 38 domande) che sulla base di risposte specifiche, previsioni e analisi generali riesce a fornire un quadro (ovviamente approssimato) dell'impronta ecologica di chi porta a termine il test.

Che cos'è l'impronta ecologica

L'impronta ecologica è un indicatore utilizzato per valutare il consumo umano di risorse naturali rispetto alla capacità della Terra di rigenerarle. Nella pratica, l'impronta ecologica misura l'area biologicamente produttiva (di mare e di terraferma) necessaria a rigenerare le risorse consumate da una popolazione umana e ad assorbire i rifiuti prodotti. Utilizzando l'impronta ecologica, appunto, è possibile stimare quanti pianeta Terra servirebbero per sostenere l'umanità, sulla base di un determinato stile di vita.

L'impronta ecologica viene calcolata anche in ettari procapite, ovvero la quantità di terreno che serve per rigenerare le risorse naturali che vengono consumate singolarmente. In Italia la media è di 4,2 ettari procapite, oltre due volte e mezzo quanto consuma un cittadino che abita in Cina e più di cinque volte consuma chi abita in India. Le stime suggeriscono che per rigenerare quanto produciamo e consumiamo servirebbero tra le 5 e le 6 “Italie”.

Stanno peggio di noi paesi come gli Stati Uniti (quasi 10 ettari procapite: come 15 campi da calcio), Canada (7,6 ettari procapite), Australia (6,6 ettari procapite), Svezia (6,1 ettari procapite), Francia (5,6 ettari) e Austria (4,9 ettari). I dati sono pubblicati su Wikipedia.

Come funziona il test del WWF

Per partecipare al test, basta un clic. Come detto sono 38 le domande complessive: si parte dal consumo medio di frutta e verdura di stagione alla spesa “sostenibile”, i chilometri percorsi ogni anno in auto, il tipo di riscaldamento utilizzato per la casa, il consumo di acqua, la spesa media (in franchi svizzeri, ma si fa presto a fare una conversione) per i vestiti, per il cibo, per i viaggi, per le uscite con la famiglia. 

Da tutto questo emerge, appunto, una media della quantità di rifiuti e di emissioni di anidride carbonica (CO2) che produciamo singolarmente e con la nostra famiglia. Mantenendo una stima medio-bassa, quindi senza esagerare, per ogni bresciano che ha una casa, un'auto per muoversi, elettrodomestici e riscaldamento, spese varie, qualche vacanza e altro ancora, servirebbero appunto quasi 3 pianeta Terra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente: per soddisfare i consumi dei bresciani servono quasi 3 pianeti Terra

BresciaToday è in caricamento