Lunedì, 20 Settembre 2021
social

Ciclovia del Garda, finalmente il progetto: un'opera maestosa da 344 milioni di euro

Presentato il progetto preliminare della Ciclovia del Garda

Ciclovia del Garda, finalmente: sarà consegnato a breve al Ministero per le Infrastrutture il progetto di fattibilità tecnica ed economica, ovvero il progetto preliminare, dell'intero tracciato del celebre anello che circumnavigherà tutto il lago. L'opera consiste in una pista ciclopedonale attraverso le tre regioni bagnate dal Garda, per un totale di 166 chilometri: il costo complessivo previsto è di 344 milioni e mezzo di euro, suddiviso in 80 milioni per la provincia autonoma di Trento (20 km), 120,5 milioni per il Veneto (67 km) e 144 milioni per la Lombardia (80 km).

Lavori e cantieri già in corso

Attualmente la Provincia autonoma di Trento ha avviato con finanziamenti propri, della Comunità Alto Garda e Ledro ed anticipazioni dallo Stato i lavori della prima unità funzionale della Ciclovia del Garda tra Riva del Garda e la galleria di Orione, di cui sono terminati questa primavera gli interventi in parete in corrispondenza del “tracciato del Ponale”. Della prosecuzione dell’opera lungo la costa ovest, quindi fino al collegamento con il comune di Limone si sta occupando il nuovo commissario (nominato per la Provincia di Trento).

Anche nelle Regioni Veneto e Lombardia sono stati avviati i lavori in alcuni tratti beneficiando di finanziamenti a favore dei comuni di confine il cui iter è partito alcuni anni fa; in particolare è stato terminato il tratto in corrispondenza del Comune di Limone e sono in corso i lavori nel comune di Brenzone.

Il percorso della Ciclovia del Garda

Un'opera faraonica, dai costi altrettanto faraonici (per intenderci: 2,1 milioni di euro al chilometro), di cui sono stati resi noti i dettagli in una conferenza stampa congiunta con i rappresentanti delle tre regioni coinvolte. Sul fronte lombardo, il tratto nostrano si snoderà lungo la sponda del lago (come detto, per circa 80 km) attraversando ben 14 Comuni: Limone, Tremosine, Tignale, Gargnano, Toscolano Maderno, Gardone Riviera, Salò, Puegnago, Manerba, Moniga, Padenghe, Lonato, Desenzano e Sirmione.

“In ognuno dei Comuni attraversati – ha detto l'assessore regionale Claudia Terzi – sono presenti centri storici, elementi di interesse ambientale, architettonico e naturalistico, oltre ovviamente al lago, che generano attrattività e rendono strategia la realizzazione di questa infrastruttura”. Il tratto veronese attraverserà invece i centri abitati di Peschiera, Castelnuovo, Lazise, Bardolino, Garda, Torri del Benaco, Brenzone e Malcesine. Certo ci vorranno degli anni: per vedere i primi stralci completati – probabilmente la costa ovest del cantiere in Trentino – si dovrà aspettare almeno il 2025.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclovia del Garda, finalmente il progetto: un'opera maestosa da 344 milioni di euro

BresciaToday è in caricamento