Venerdì, 25 Giugno 2021
social

Riapre il ristorante tra parco e vigneto: la cucina ora è anche Slow Food

Ha riaperto il 6 maggio il Centottanta Cantina&Cucina, il ristorante della cooperativa sociale Clarabella di Corte Franca

Profumi (e sapori) di primavera, e di zona gialla: ha riaperto giovedì 6 maggio il Centottanta Cantina&Cucina, ristorante della cooperativa sociale Clarabella di Corte Franca. Grandi spazi all'aperto, un'ampia veranda affacciata sulla vigna e tante novità: su tutte l'ingresso nelle Osterie d'Italia di Slow Food, edizione 2021: il riconoscimento, ricevuto a novembre, fa entrare l'agri-ristoro di Clarabella nel circuito degli indirizzi del “mangiare sano, giusto e pulito”. 

Novità in cucina, il ristorante nel parco

Per rispondere alle esigenze della nuova zona gialla, il ristorante si è spostato nel parco, in vigna e nel porticato: tutto in outdoor, con i tavolini che creano isole distanziate per godersi la cucina in modo sicuro. A tal proposito, la guida del ristorante passa nelle mani di Heikki Berlendis, giovane volto della ristorazione bergamasca; a capo della brigata dei cuochi sarà invece lo chef bresciano Davide Taglietti, già "2 forchette" Michelin.

Lo stile Clarabella: disabili al lavoro nello staff

Nello staff del Centottanta, ricordiamo, lavorano persone con disagio psichico, fedeli alla linea dei progetti di Clarabella di sostegno alle persone in difficoltà. Vanno in questa direzione anche i “menu parlanti”: ovvero, dei menu realizzati in “comunicazione aumentativa alternativa” che propongono piatti e bevande in soli, così che chi ha disabilità cognitive e linguistiche (ma anche i più piccoli che non sanno ancora leggere) possano fare il proprio ordine in autonomia. Ci sono menu in simboli anche in agriturismo e in cantina, oltre a mappe illustrate della storia del vino e dell'olio.

Eventi, mostre e grandi novità

Dal giovedì alla domenica il parco del ristorante diventa protagonista con un calendario di appuntamenti di cucina, musica e cultura per tutti. Il giovedì, dalle 18, spazio agli aperitivi-cena e agli incontri culturali; il venerdì sempre dalle 18, ritornano gli aperitivi-cena con musica; il sabato doppio appuntamento: dalle 11 alle 15 e dalle 18 alle 22 aperitivo e pranzo/cena alla carta; la domenica dalle 11 alle 15 aperitivo e pranzo alla carta. 

Ma veniamo al menu: l’aperitivo del Centottanta propone un calice di Brut Franciacorta Clarabella e un piatto di proposte salate golose; il pranzo e la cena sono alla carta con una scelta di piatti del territorio che cambiano periodicamente. All’interno del ristorante si può visitare fino a settembre la mostra “Fragili” del pittore Bruno Zoppetti, viaggio sulla tela tra i protagonisti della musica del passato, da Johnny Cash a Amy Whineouse.

Le visite guidate (con degustazione)

Per gli appassionati di vino il sabato e la domenica ritornano le visite in cantina con degustazione nel parco, accompagnati dal cantiniere (è possibile richiederle anche durante la settimana). E novità di quest’anno, si potranno prenotare visite guidate al frantoio di Monte Isola curate da un olivicoltore e poi godersi una merenda contadina a base di pane, olio e delle specialità di pesce dell’Agroittica Clarabella.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre il ristorante tra parco e vigneto: la cucina ora è anche Slow Food

BresciaToday è in caricamento