Sabato, 25 Settembre 2021
social Gargnano

Torna la Centomiglia: la regata più bella in ricordo di Greta e Umberto

La regata più famosa del lago

La Centomiglia del Garda in ricordo di Greta e Umberto, i ragazzi di Toscolano e Salò uccisi in una tragica notte, travolti da un motoscafo: tutti gli equipaggi in gara per la storica regata organizzata dal Circolo vela di Gargnano porteranno con sé un ricordo della giovane coppia, oltre ai loro nomi stampati sulle bandierine issate dagli alberi e dalle carene delle imbarcazioni. Non solo: quest'anno è in programma anche un trofeo dedicato a Greta, e riservato ai team femminili. 

La Centomiglia: si salpa alle 8.30

Intanto la gara partirà sabato 4 settembre alle 8.30: alla Centomiglia, settantunesima edizione, seguiranno la Cento Sprint, la Centox2 e la veleggiata della Cento People. Le iscrizioni confermano l'interesse, anche con tanti monotipi più piccoli come Fun e Ufetti, oltre al tradizionale Protagonist. Come per le “carene volanti” e la “People” per le famiglie svilupperà la sua rotta da Bogliaco a Campione e ritorno: lo scorso anno, al suo esordio, la vittoria andò all'equipaggio composto da Claudio Tonoli e Andrea Corsato, a bordo di un Protagonist.

Il percorso a 70 anni dalla prima volta

La manifestazione è abbinata all'immagine della Vittoria Alata di Brescia. Per la regata classica si celebrano i 70 anni dalla prima corsa, l'8 settembre del 1951: oggi come ieri si andrà da Gargnano a Gargnano, sulla rotta Campione-Reamol, Bardolino e sud e poi arrivo, appunto, a Gargnano nel porticciolo del vecchio municipio, come nelle prime edizioni. Sarà un vero e proprio “tappeto rosso”, spiegano gli organizzatori, da Bogliaco a Gargnano, nel ricordo di quella prima volta.

Barche ed equipaggi in gara, i favoriti

Su e giù, come sempre, anche se l'edizione 2021 comunque risentirà degli effetti della pandemia (soprattutto per gli stranieri): ma non mancano alcune conferme importanti come la vela volante di Gonet-Monofoil dal lago di Ginevra (terzi assoluti al Gorla) e altre barche svizzere mezze volanti, con Col Duck e Qfx e Clandesteam che torna ad avere a bordo “Mister Cento”, lo skipper veronese e campione olimpico Roberto Benemati. 

Tra i multiscafi, in pole position il Diam 24 del lago d'Orta guidato dalla famiglia Beltrando. Sarà come 71 anni or sono: quasi tutti italiani, con i tedeschi che arrivarono e vinsero solo dalla seconda edizione (con il mitico legno Manjana). Le carene penalizzate nella regata del Gorla, causa bonaccia pomeridiana, sperano di rifarsi nel grande “giro del lago”, e che il vento questa volta sia generoso. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna la Centomiglia: la regata più bella in ricordo di Greta e Umberto

BresciaToday è in caricamento