Apre al pubblico la meraviglia della Casa Museo: custodite più di 800 opere

Dai primi di febbraio è possibile visitare (su prenotazione) la Casa Museo di Cellatica intitolata a Paolo e Carolina Zani: vi sono raccolte più di 800 opere

“Ho collezionato per esprimere il mio gusto, per appagare la mia curiosità e per abitare il bello, attraverso l'arte”. Così diceva Paolo Zani, il noto imprenditore e collezionista a cui è dedicata, insieme all'amata Carolina, la Fondazione che oggi gestisce l'imperdibile Casa Museo, aperta a Cellatica, anche al pubblico, solo pochi giorni fa, il 5 febbraio. 

Sede istituzionale e centro culturale della Fondazione, la Casa Museo offre ai visitatori, giovani e adulti, percorsi guidate per scoprire una straordinaria collezione di dipinti, sculture, arredi e oggetti d'arte, in tutto più di 800 opere raccolte in oltre trent'anni di intensa attività di ricerca di Paolo Zani.

La Casa Museo

L'accesso alla Casa Museo, organizzato per piccoli gruppi, consente di ammirare le opere esposte con un approccio d'insieme, ma anche di approfondire, in base alle proprie esigenze, temi iconografici oppure dettagli tecnici dei manufatti. Percorsi tematici e laboratori, ma anche seminari di studio, mostre e spettacoli animeranno la programmazione annuale, in un ambiente che contempla anche un laboratorio didattico, un giardino, un bookshop e una caffetteria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La collezione

La collezione della Casa Museo si compone di oltre ottocento opere tra dipinti, sculture, arti applicate e arredi. Tra i capolavori si segnalano opere di Canaletto, Tiepolo, Guardi, Longhi, Boucher, accanto a preziosi arredi barocchi e rococò principalmente francesi e veneziani e straordinari oggetti d’arte applicata del XVII e XVIII secolo. Capolavori assoluti sono: la coppia di Commodes del 1789 di Giuseppe Maggiolini con tarsie di Andrea Appiani e il Tavolo ottagonale in pietre dure realizzato tra la fine del Seicento e l’inizio del Settecento nella Galleria dei Lavori di Firenze. Sul sito web ufficiale della Fondazione è possibile sfogliare il ricco catalogo delle opere esposte.

Come visitare la Casa Museo

La visita alla Casa Museo è consentita solo su prenotazione ed è sempre accompagnata. Per informazioni si può consultare il sito web della Fondazione oppure telefonare allo 030 2520479. Questi gli orari di apertura: dal martedì al venerdì dalle 9 alle 13, il sabato e la domenica dalle 10 alle 17. Il museo si trova in Via Fantasina a Cellatica, proprio di fronte all'omonima fermata dell'autobus della linea 13 di Brescia Mobilità.

Questi i prezzi per gli ingressi:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • Intero: 10,00 €, inclusa la visita accompagnata
  • Ridotto: 7,00 €, inclusa la visita accompagnata (dai 65 anni di età, disabili, con accompagnatore per chi lo necessita, soci o tesserati di enti convenzionati con il Museo, residenti nel Comune di Cellatica, gruppo completo di 10 persone)
  • Gratuito: ragazzi fino a 16 anni, guide turistiche, capigruppo e insegnanti accompagnatori di scolaresche, giornalisti (con tessera professionale), forze dell’ordine.
  • Scolaresche: 5,00 €/studente, il prezzo comprende attività didattica e ingresso al museo.

La Fondazione

La Fondazione Paolo e Carolina Zani per l’arte e la cultura (riconosciuta da Regione Lombardia con decreto della Presidenza n. 413 del 30/10/2019, id. atto n. 3687) persegue lo scopo principale di tutelare, conservare e valorizzare la Casa Museo Zani e la collezione d’arte in essa contenuta. La Fondazione si propone altresì di sostenere la cultura in generale, anche attraverso l’elargizione di contributi specifici destinati alla formazione dei giovani, istituendo premi e borse di studio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Colpo di pistola in Commissariato: agente muore dopo il trasporto in ospedale

  • Abbandonata dal marito, chiedeva l'elemosina in paese, è stata uccisa dal figlio che avrebbe dovuto proteggerla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento