menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"L’è mei sta a ca’": per chi non l’avesse capito c’è anche la versione in dialetto

“L’è mei sta a ca’” e “Caro ‘l me Mèla”: canzoni in dialetto dedicate ai bresciani che lottano con il Coronavirus (e a quelli che non rispettano le regole)

A capila che l’è mei sta a ca’.. Ma per chi non lo avesse ancora capito in lingua originale, è arrivata anche la versione in dialetto (e pure musicata, mei de isè): la base della canzone (con tanto di video anni ’80) è “I Want to Break Free” dei Queen, la versione dialettale – intitolata, appunto, “L’è mei sta a ca’” – è un’idea dell’inossidabile cantautore bresciano Piergiorgio Cinelli, in collaborazione con Poncio Belleri. Il pezzo è stato lanciato solo pochi giorni fa su Youtube e ha già raccolto più di 33mila visualizzazioni.

“L’è mei sta a ca’”

Il messaggio è semplice è chiaro, in questo caso pure orecchiabile: è meglio stare a casa, non andare fuori, per il bene tuo e per il bene di tutti. “Non è il primo video che faccio sul tema Coronavirus – spiega Cinelli – e non il primo dedicato in particolare ai giovani, me lo hanno chiesto la Provincia e alcune associazioni, per chiedere ai gnari di stare veramente a casa. Ho pensato immediatamente ai Queen, ma non per la musica, per il video: mi ricordavo Freddie Mercury e i suoi alle prese con una situazione domestica. Poi il resto è venuto da se”. Nota curiosa: l’interpretazione bresciana del pezzo originale è stata approvata anche dall’official fan club dei Queen.

E il testo? Ascoltare per credere, questo è solo un assaggio. “L’è mei sta a ca’ – canta Cinelli – gh’è ‘n bel  pó de fa, pasà 'l stras, fa sö i lècc, fa la spesa e fa de disnà, l'è mei sta a ca', El só, el só che l'è mei sta a ca'. L'è mei mia na fò L'è mei mia na fò per adès, te darét che pian piano narà töt a post, ma l'è mei mia na fò, El só, el só che l'è mei mia na fò”.

“Caro ‘l me Mèla”

Ma in questi giorni è stato pubblicato anche un altro brano, più “serio” e impegnato. Testo e musica dei Pellagra con la partecipazione straordinaria (da baita) di Piergiorgio Cinelli: video e voce registrati ovviamente a distanza. “Avevamo già collaborato per il pezzo di Natale – dice ancora Cinelli – e ora avevamo in mente di fare insieme una specie di tormentone estivo. Tutto rimandato, ovviamente. Finché non mi hanno contattato e proposto questa canzone: ho accettato subito. Ognuno nel suo studio, abbiamo registrato il brano. Ho fatto quasi fatica a cantarla, mi veniva il magone. Ascoltatela bene, è un brano toccante”.

La canzone in questione è “Caro ‘l me Mèla”, online da pochi giorni e dedicata ovviamente a Brescia e ai bresciani. Pubblichiamo di seguito il testo completo, ma il consiglio è quello di ascoltarla, ovviamente tutta intera.

Caro 'l me Mela, come la va? / Öt saìn giöna bela? / Gh'è una noetà. / Ala televisiù gh'è un steàl töt ros/ L'è un problema bel gros / se ta pènset che... / El mes pasàt sire zó al bar / a vardà el Brèsa cola Spal / se ades endó föra mör la nóna Piera / poarìna la ga novant'agn / Caro 'l me Mèla la te a bé a te / ta pödet endà endoe ta öt / me sto 'n quarantena / ma la nóna Piera encö la ga fat el besolà

Quand sarà finìt töt / perchè 'l finirà / ciapóm 'na bala che l'è asé metà / Paghe de beer anche se n'o mia tanc. / E ga farò cera pò ai piö gnoranc. / Caro 'l me Mèla va 'ndo ta öt / quand che fra 'n pó finirà töt / porteró föra a pò la nóna Piera / a béer el vermut a Desenzà


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Lombardia, vaccino anti Covid 50-59 anni: quando e come prenotare

  • Cronaca

    Lumezzane: ritrovato sano e salvo il 20enne Mubarik Khizar

  • Cronaca

    Ha solo 20 anni, ma è già una narcotrafficante: presa con 100 grammi di cocaina

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento